Fino al 26 febbraio 2017 il Mudec di Milano ospita una mostra con le opere del celebre artista newyorkese Jean-Michel Basquiat, diventato leggenda.

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Morto nel 1988 di AIDS, ancora 27enne, Basquiat è definito il James Dean dell’arte: con il suo essere istintivo, quasi primitivo, è uno degli artisti più conosciuti dei nostri tempi.

Infatti è alto l’afflusso di visitatori atteso a Milano per ripercorrere la vita del giovane artista newyorkese, che ha lottato tra le sue fragilità la discordanza tra l’acclamazione per le sue opere e il rifiuto per il suo colore della pelle.

Al Mudec, dallo scorso 28 ottobre, è possibile ammirare ben 140 lavori di Jean-Michel Basquiat, tutti realizzati tra l’80 e l’87, tra cui disegni, fotografie, dipinti di grandi dimensioni e collaborazioni preziose con l’amico Andy Warhol.

La cura dell’esposizione è stata affidata a Gianni Mercurio e Jeffrey Deitch, amico dell’artista, oltre che critico, curatore ed ex direttore del Moca di Los Angeles; il percorso è stato pensato in una duplice chiave di lettura, quella geografica, legata ai luoghi che hanno segnato il percorso artistico di Basquiat, e quella cronologica, che ripercorre in una linea temporale l’evoluzione della sua poetica.

Info

Jean Michel Basquiat
Mudec – Museo delle Culture
via Tortona 56, 20144 Milano
28 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017
9.30-19-30 (lun 14.30-19.30, gio e sab 9.30-22.30)
biglietti: 12 euro intero, 10 euro ridotto
acquistabili anche online su mudec.it

Stampa