Il 18 marzo 2017 apriranno i battenti della mostra dedicata a “Il buon secolo della pittura senese. Dalla Maniera moderna al Lume Caravaggesco”, che si svolgerà in tre città gioiello del senese: Montepulciano, San Quirico d’Orcia e Pienza.

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Dal 18 marzo al 30 giugno 2017 sarà possibile ammirare e conoscere da vicino le opere degli interpreti della pittura in terra di Siena attivi tra i primi del ‘500 e la seconda metà del 1600.

La mostra, dal titolo “Il buon secolo della pittura senese. Dalla Maniera moderna al Lume Caravaggesco”, è strutturata in tre diverse sezioni, divise cronologicamente in relazione alla presenza di opere d’arte già esistenti in loco.

Le cittadine di Montepulciano, San Quirico d’Orcia e Pienza ospitano ciascuna una sezione espositiva dedicata ad un importante artista senese ed al suo capolavoro sul territorio: dagli inizi del XVI secolo alla metà del XVII l’arte di questa zona brillava di eccellenti e singolari personalità artistiche, ancora oggi troppo poco note ai più.

  1. A Montepulciano è il Museo Civico Pinacoteca Crociani ad ospitare un’opera giovanile di Domenico Beccafiumi e con esso tutta una serie di opere di capolavori del Sodoma, Girolamo Genga, Fra Bartolomeo, Andrea del Brescianino, Girolamo di Giovanni del Pacchia e Lorenzo di Mariano.
  2. Palazzo Chigi Zondadori, a San Quirico d’Orcia, custodisce invece la Madonna col Bambino e i Santi Leonardo e Sebastiano di Bartolomeo Neroni detto il Riccio: questa sezione prende in esame il periodo artistico dalla tarda attività del Sodoma fino alla ricca produzione di Giorgio di Giovanni, Marco Pino e Giomo del Sodoma.
  3. A Pienza ruota tutto intorno ad una splendida pala di Francesco Rustici, detto il Rustichino, a cui si aggiungono dipinti di Alessandro Casolani, Vincenzo Rustici, Orazio Gentileschi, Antiveduto Gramatica e moltissimi altri suoi contemporanei.

Si tratta dunque di una mostra itinerante, che oltre alle tre tappe di Montepulciano, San Quirico e Pienza, invita ad aprirsi al territorio e a scoprire altre opere custodite da pievi, monasteri, conventi e palazzi del meraviglioso territorio della Val d’Orcia, Patrimonio dell’Umanità.

Info

“Il buon secolo della pittura senese. Dalla Maniera moderna al Lume Caravaggesco”
18 marzo – 30 giugno 2017
10.30-13.00 e 15.00-18.30

Stampa
x