La Città dei labirinti sotterranei e degli impianti termali accoglie i turisti con il primato europeo: le 19 piscine delle Terme Széchenyi

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

In pieno centro, dietro Piazza degli Eroi, nel cuore verde del parco pubblico cittadino di Városliget, di fronte allo zoo e alla metropolitana sorgono le Terme Széchenyi.

Con oltre cento anni di storia sono pronte a rinfrescarvi le idee dopo lunghi percorsi in città, a rimettervi in sesto dopo aver visto le strade dell’Ungheria: le Terme Széchenyi figurano le più moderne e attrezzate di Budapest, oltre ad essere le più grandi d’Europa.

Il corpo storico di questo grande complesso di edifici-  realizzato a più riprese tra il 1881 e il 1913 –  si impone per una maestosa e leggera architettura in stile neobarocco, con statue, stucchi e decorazioni che sembrano giocare tra cielo ed acqua.

Ben 1.250 sono i metri di profondità da cui provengono le acque delle due sorgenti, con una temperatura base di 76°, poi ridotta per l’impiego, con vasche dai 18 ai 36 gradi con 3 piscine all’aperto e 16 coperte: le acque hanno proprietà terapeutiche per le articolazioni, le artriti, utili per terapie ortopediche e postraumatiche, gastrite, infiammazioni croniche.

Refrigeranti in estate quanto suggestive in inverno, quando capita di immergersi con la neve che cade, le terme di Széchenyi diventano un momento da concedersi anche  fine giornata, ogni momento dell’anno.

Inoltre, un centro benessere assicura una vasta gamma di massaggi – con essenze rilassanti, al talco, rinfrescante, orientale-thailandese, con pietre di lava ecc. – insieme a solarium, pedicure e altre cure di bellezza per chi vuole approfittare di una giornata di massimo relax: può capitare infatti che siano affollate specie nei week end e di non trovarsi proprio in silenzio.

 

Info

Apertura: da lunedì a domenica, dalle 6 alle 22.
Costo biglietto giornaliero: 15 Euro circa. Il prezzo di entrata comprende, oltre alle prestazioni tradizionali mediche, anche l’uso di palestra, saune, ginnastica in acqua.
Come arrivare: Metro gialla, fermata Széchenyi fürd, davanti al complesso termale.

Stampa