Le creazioni di Karl Lagerfeld sono sempre spettacolari, la sfilata Chanel è sempre l’evento più atteso della Paris Fashion Week e tutta la collezione lascia a bocca aperta….

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Il Grand Palais alla settimana della moda di Parigi si trasforma in un immenso mare bianco latte ricco di riflessi cangianti e perlacei: va in scena il meraviglioso spettacolo della sfilata Chanel collezione primavera estate 2012.
Karl Lagerfel mixa sapientemente sottili grafismi geometrici, silhouette tradizionali, capi scultorei e lavorazioni ricercati in una collezione che racconta il mare, la sua schiuma, le sue conchiglie e i suoi pesci in un universo magico senza tempo e senza luogo.

Il colore dominante è il bianco candido con gonne a tubo e giacchini corti in vita, abiti di pizzo e volant , completi in tweed con intrecci di fili perlati e gonne a palloncino.
Tutto è bianco, abbacinante, luminoso, perlaceo o iridescente; anche i costumi sono di un bianco totale e abbinati a piccoli trench.
Le modelle si trasformano in meravigliose creature marine dove le decorazioni di paillettes sembrano squame, i tessuti tecnici richiamano i riflessi iridescenti delle conchiglie e le piume di struzzo e lo chiffon la schiuma del mare….La palette cromatica oltre a tutte le nuance perlacee ed iridescenti si sviluppa anche sui rosa, gli azzurri e il nero.

Per la sera le silhouette diventano più strutturate, complesse: le maniche tagliate e svolazzanti ricordano le branchie di un pesce, le lavorazioni sono le squame, mentre decori verticali salgono sulla figura come alghe o coralli.
Anche gli accessori continuano il racconto fatato di Karl Lagerfeld con polacchini bassi in lamè argento e pochette a forma di piccola conchiglia a chiocciola.

Tutte le foto e le sfilate della moda primavera estate 2012 sono nello speciale di VeraClasse….

 

 

Fonte |Getty Images Entertainment

Foto Campagna Pubblicitaria Pret-a-porter primavera estate 2012 by Karl Lagerfeld presso l’Hôtel du Cap-Eden-Roc

 

Stampa