Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Zanzibar, l’isola delle spezie, una perla circondata dalle acque turchesi dell’Oceano Indiano.
Situata a soli 25 km dalle coste della Tanzania – a cui appartiene – è una meta molto popolare che richiama ogni anno turisti da tutto il mondo grazie alla sua sabbia bianca, i fondali mozzafiato e l’allegria di un popolo che accoglie tutti al grido di “Hakuna matata“.

Panorami da cartolina aspettano i vacanzieri che atterrano a Zanzibar, presso il piccolo aeroporto di Stone Town, la capitale.
Da qui è semplice partire alla scoperta dell’isola, lunga appena 85 km, e delle sue spiagge paradisiache.
Ecco le più belle, da nord a sud:

NUNGWI
L’estrema punta nord di Zanzibar, la zona ideale per chi vuole fare il bagno tutto il giorno: diversamente dalle spiagge a est e a ovest dell’isola, la costa settentrionale non subisce infatti l’influenza della marea, garantendo un mare balneabile ad ogni ora. Nungwi è il luogo perfetto per lunghe passeggiate in riva all’Oceano, per rilassarsi e soggiornare in uno degli eleganti hotel che ne popolano il litorale.
Lungo la spiaggia ci sono anche numerosi bar, ristorantini e locali in cui trascorerre le serate, godendo di un’allegra atmosfera festaiola.

KENDWA
Poco distante da Nungwi, sempre in zona nord-ovest,  la spiaggia di Kendwa è nota per la sua estrema tranquillità.
Celebri sono gli splendidi tramonti, le rare piogge e, anche in questo caso, il lieve influsso della marea che rende l’Oceano sempre usufruibile per una bella nuotata rinfrescante.

KIWENGWA
Situata sulla costa est, Kiwengwa potrebbe essere definita come “la spiaggia degli italiani” per la predominanza di strutture ricettive e villaggi turistici gestiti da italiani e, dunque, per l’abbondante presenza di vacanzieri provenienti dal Bel Paese.
È la spiaggia più estesa di tutta l’isola e, grazie al fenomeno delle maree, il suo aspetto cambia di ora in ora, offrendo l’oppotunità di ammirare un paesaggio totalmente diverso dalla mattina alla sera.
Quando l’acqua si abbassa è possibile addirittura raggiungere la barriera corallina a piedi, incontrando lungo il percorso ricci di mare e meravigliose stelle marine colorate.

PAJE
Da molti considerata come la spiaggia più bella in assoluto, Paje si trova nella zona sud-est di Zanzibar.
A differenza della frequentatissima Kiwengwa, gode di un aspetto decisamente più incontaminato, senza grossi colossi hotellieri e lunghe file di ombrelloni e sdraio.
La posizione di Paje la rende inoltre un posto perfetto per praticare vari sport acquatici come il windsurf o il kitesurf oltre che, ovviamente, fantastiche immersioni.

JAMBIANI
Situata a sud di Paje, la spiaggia di Jambiani si sviluppa a partire da un piccolo e pittoresco villaggio di pescatori.
Ci si può affidare agli abitanti locali per raggiungere in dhow – la tipica imbarcazione zanzibarina – la popolatissima barriera corallina oppure decidere di starsene sdraiati sulla sabbia per ore, assaporando la tranquillità e lo spirito africano di un tratto di litorale che non è ancora stato colonizzato dal turismo di massa.

Stampa