Mila Schon collezione autunno inverno 2011/2012

Alla Milano Fashion Week la maison propone una donna dalla silhoutte perfetta che come un fiore si apre in aggraziate linee ad A grazie alle leggerezza di cappe e cappotti svasati….

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Sono vere e proprie sculture i capi che sfilano sulla passerella milanese di Mila Schon e che costituiscono un sofisticato tributo all’opera di Tomáš Gabzdil Libertiny.
Alla Milano Fashion Week sfila, infatti, una donna dalla silhoutte perfetta come disegnata sul corpo da una sapiente matita: via gli accumuli inutile e le sovrapposizioni di elementi, il look deve essere pulito, smilzo e ricordare una linea ad A. Lavorazioni a punto smock cesellano la vita delle piccole giacche, ne stringono le maniche, incastonate di cristalli decorano le spalle degli abiti aggraziati; dettagli di travettature in filo fermano le pieghe che percorrono gonne e bluse.

I cappotti e le cappe dono il vero e proprio must di stagione e sono deliziosi: le spalle sono piccole e linee svasate. I capi spalla vengono abbinati ai pantaloni mentre mantelline di pelle creano effetti di sovrapposizione su lunghe gonne e su abitini scivolati.

Le stampe e gli jacquard sono proposti in tessuti fluidi, ma corposi: twill e jersey di seta, crepe de chine, angora double, velluto, cady di seta, drill di cotone. 
 La tavolozza di colori è carica e seducente di contrasti: toni naturali di cammello, pumpkin, salvia, tortora e nuance fondenti di rosso corallo, rosa carne e rubino si alternano a note fredde e squillanti di blu, verde bosco, verde acqua. Avorio, grigio e nero fanno da cornice.

 

Segui tutte le sfilate nello SPECIALE SETTIMANA DELLA MODA DI MILANO di VeraClasse.

Stampa


X