Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Una città estremamente cosmopolita e variegata, ricca di contrasti e dal fascino unico: è Panama City, capitale dello stato di Panama, nell’America Centrale.
Lì dove l’incredibile varietà degli stili architettonici che la caratterizzano non è altro che lo specchio di un patrimonio culturale assolutamente eterogeneo, in cui popoli di origine latina e caraibica vivono a stretto contatto con nutrite comunità statunitensi, europee e persino asiatiche.

Il “riassunto” di quella che è la moderna Panama City è perfettamente concentrato nel suo skyline che, da un lato, fa pensare quasi ad una Miami del Centro America, con gli alti grattacieli di acciaio e vetro ma che, dall’altro, custodisce l’antico Casco Viejo, un quartiere particolarmente amato dai turisti, con edifici fatiscenti, viuzze di ciottoli e il profumo di tradizione nell’aria.

Come arrivare a Panama City

L’Aeropuerto Internacional Tocumen è l’aeroporto ufficiale di Panama City, a 35 chilometri dal centro, che accoglie ogni giorno numerosi voli proveniente dagli USA ma anche dalle città europee.
I voli interni, invece, decollano e atterrano dall’Aeropuerto Albrook ma entro i confini dello Stato e della metropoli è comodo anche muoversi in treno o a bordo dei diablos rojos (diavoli rossi), ossia dei velocissimi bus di colore rosso fiammanete.

Cosa vedere a Panama City

Le principali aree di interesse di Panama City si concentrano nella zona occidentale della città, nel caratteristico quartiere di Casco Viejo. Esso è infatti il fulcro originario della metropoli, il punto da cui essa ha cominciato ad espandersi dal momento della costruzione del canale di Panama, nominato nel 2013 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
L’anima del quartiere, il suo cuore, è Plaza de la Indipendencia con la splendida Iglesia de San José dove è custodito il celebre Altar de Oro, una ricchezza di grandissimo valore sfuggita dai saccheggi del pirata Henry Morgan.
Altre strutture da non lasciarsi sfuggire sono il Teatro Nacional, il Palacio de Las Garzas e il Parque Natural Metropolitano, con i suoi 265 ettari di estensione e i sentieri precolombiani.

Per godere, invece, di panorami mozzafiato e vedute da cartolina, l’ideale è raggiungere la Calzada che si estende dall’entrata al Canale di Panama, sul versante dell’Oceano Pacifico. Da qui si sviluppano infatti 2 chilometri di strana rialzata, la Causeway, molto frequentata al mattino presto e nel tardo pomeriggio, quando i locali vi si recano per passeggiare e fare shopping.

Una delle più recenti attrazioni di Panama City è poi il Fuerte Amador Resort & Marina, un complesso gigantesco di cui fanno parte anche un grandissimo centro commerciale, un piccolo porto turistico, un terminal per crociere, bar, locali e ristoranti.

Il clima di Panama City

Il clima di Panama City è di tipo tropicale con temperature molto alte durante tutto il corso dell’anno. Da febbraio a maggio si registrano i picchi più alti mentre settembre, ottobre e novembre sono i mesi “più freschi”, in cui il termometro non supera i 30 gradi.
La piovosità è elevata e tra maggio e novembre non è raro assistere a importanti temporali che allagano la città e i dintorni.

Stampa
x