Cosa vedere alle Isole Marchesi, nella Polinesia Francese: 12 isole incontaminate e affascinanti da cui anche il famoso pittore Gauguin restò ammaliato

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Situate a circa 1.500 km dalla capitale Papeete, le Isole Marchesi occupano la punta più settentrionale della Polinesia Francese.
12 isole aspre e selvagge, di origine vulcanica, abitate solo per metà: territori unici dal fascino autentico, capaci di ammaliare turisti e visitatori sin dai tempi di Gauguin e dei primi esploratori.

Paesaggio e territorio

Un paesaggio prorompente, roccioso e montagnoso, caratterizza le Isole Marchesi, in cui gli immensi altipiani a picco sul mare superano a volte persino i 1000 metri di altezza.
Un panorama in cui il verde intenso della vegetazione contrasta nettamente con i toni blu dell’Oceano Pacifico, in cui agli elementi della natura imponenti e forti si contrappone l’accoglienza e la cortesia di un popolo, ancora legato alle antiche tradizioni.
Il numero complessivo di abitanti non supera gli 8.000 individui, tra i quali particolarmente sviluppata ed elaborata è l’antica arte del tatuaggio che raggiunge qui la sua massima espressione.
Una cultura in cui immergersi e da cui lasciarsi trasportare, magari soggiornando nelle guesthouse, ospiti di famiglie locali.

Le isole si dividono in 2 gruppi accomunati dalla presenza di coste frastagliate, con baie naturali battute da forti correnti marine, particolarmente ventose.
Da non perdere l’isola di Nuku Hiva, la più popolata, quella di Ua Huka, con i suoi due vulcani sovrapposti e Ua Pou, sede di alcune spiagge meravigliose come la nota Anahoa, che si raggiunge dopo aver attraversato un affascinante paesaggio vulcanico.

Un viaggio particolarmente consigliato agli amanti dei viaggi avventurosi e della fotografia naturalistica, a chi desidera staccare la spina dalla vita quotidiana immergendosi per un po’ in uno stile di vita semplice e salutare, a stretto contatto con l’ambiente,

Quando andare nelle Isole Marchesi

Il clima delle Isole Marchesi è di tipo sub tropicale con notevoli differenze tra la costa settentrionale e quella meridionale.
Le aree sud ed est sono infatti colpite spesso da abbondanti piogge, che permettono alla vegetazione di crescere rigogliosa, mentre a nord ed ovest le precipitazioni sono decisamente più scarse e dunque il territorio è più arido.
In generale il miglior periodo per visitarle è quello che va da agosto a dicembre.

Come raggiungere le Isole Marchesi

Le Isole Marchesi si trovano a circa 3 ore di aereo dall’aeroporto di Tahiti, il Fa’a di Papeete, e sono collegate ad esso attraverso 4 o 5 voli a settimana.
Per arrivare a Tahiti bisogna avvalersi delle rotte internazionali che, via Los Angeles, portano noi europei in Polinesia Francese con un lungo viaggio che si aggira intorno alle 22-23 ore. 

Stampa