Stampa

Consigli ed accorgimenti per riprendere a “bruciare” anche i chili di troppo rendendo il metabolismo più veloce di prima!

E' lui il maggiore responsabile del nostro peso, il metabolismo, ovvero il meccanismo di trasformazione degli alimenti che ingeriamo in energia e scorie. Se funziona “troppo in fretta” possiamo anche avere problemi di magrezza, se invece è rallentato, ed è la situazione più comune, ci possono essere fenomeni di chili di troppo. Se per qualche motivo, che non siano delle patologia diagnosticate ove la cura deve essere prescritta dal medico, è possibile con qualche accorgimento, cercare di risvegliarlo e ritornare così a “bruciare” correttamente.

Attività fisica
Nulla di più semplice che il movimento. Meglio al mattino, non serve uno sforzo intenso, ma se appena svegli pianificate 30 minuti di camminata veloce, il benefico effetto si ripercuote su tutta la giornata permettendovi di continuare a “bruciare” anche quando non siete più in movimento attivo.

Alimenti
Alcuni alimenti sono particolarmente attivi sul metabolismo. I carciofi sono particolarmente benefici, oltre che per il loro quantitativo di ferro, anche per una attività stimolante sul metabolismo come le carote e i rapanelli che va ad agire sul fegato. Il frutto principe amico del metabolismo è il pompelmo. Ma ci sono anche le spezie, il peperoncino non scalda solo ma fa “bruciare” di più come la cannella e lo zafferano.
E oltre all'acqua, preferite bere durante la giornata del tè verde, tra le sue diverse proprietà anche una “spinta” al metabolismo. Ovviamente tutti questi alimenti devono essere a corredo una dieta equilibrata e bilanciate è indispensabile, seguendo gli abituali dettami, magari facendovi consigliare da un dietologo.

Stile di vita
Sicuramente lo stile di vita è una componente determinante nell'influenzare il metabolismo, non solo per la poca attività fisica, ma anche lo stress agisce negativamente rallentandone la funzionalità. Un consiglio è quello di trovare una attività o un modo per rallentare la tensione psicofisica, se il movimento non basta e lo yoga non vi piace, trovate la vostra “valvola di sfogo”: dipingere, scrivere, fare decoupage, creare oggetti. Queste sono solo alcune idee, ma sentirsi psicologicamente meglio va ad influenzare anche i meccanismi interni al nostro corpo.

Fonte fotografica | Pinterest

Stampa