Stampa

Letteralmente sospesa tra l’Italia e le coste dell’Africa, Pantelleria è un’isola siciliana, situata al centro del Canale di Sicilia.
Un luogo ricco di biodiversità, approdo di svariati popoli del Mediterraneo e ad oggi meta turistica molto ambita, perfetta per trascorrervi le vacanze estive.

Sebbene sia più vicina alla Tunisia, dalla quale dista solo 70 km, Pantelleria fa parte della provincia di Trapani, città alla quale è collegata con traghetti quotidiani.  Essa è dotata anche di un aeroporto, che permette di raggiungerla facilmente da diverse città italiane.
Pantelleria si caratterizza per la singolarità del suo paesaggio, nel quale agli elementi naturali si sommano i manufatti creati dall’uomo, in un mix perfetto dal fascino unico. Ecco quindi che, accanto a incredibili colate laviche a blocchi, cale e faraglioni, sorgono i celebri dammusi, le tipiche abitazioni dell’isola costituite da grotte naturali ampliate nei secoli.

Per chi avesse in mente di scegliere l’isola come meta per le proprie ferie, ecco 5 cose da vedere a Pantelleria, da non perdere assolutamente:

  1. Il Lago Specchio di Venere
    Così chiamate perchè pare essere stato il luogo in cui la dea Venere si specchiava prima di conoscere Bacco, questo lago occupa il cratere di un vulcano, situato più o meno al centro del territorio.
    Celebre per i fanghi termali, con acque che sgorgano fino a 50 gradi, è una vera meraviglia della natura, circondato da una flora ed una fauna davvero spettacolari.
  2. L’Arco dell’Elefante
    Località balneare notissima, conosciuta per un grande scoglio di pietra lavica a forma di proboscide di elefante che, entrando in acqua, crea un particolare arco naturale.
    Si tratta di uno dei luoghi simbolo di Pantelleria, facilmente raggiungibile in auto.
  3. La Balata dei Turchi
    Uno dei luoghi più affascinanti di tutta l’isola, utilizzato in passato – secondo la leggenda – come scalo per le navi dei pirati.
    Oggi è sicuramente uno dei posti più visitati, con fondali pazzeschi e un costone roccioso dai colori sensazionali.
  4. Il Laghetto delle Ondine
    Si tratta di un altro dei simboli celebri di Pantelleria e altro non è che un laghetto naturale, al confine con il mare, dal quale è separato soltanto da una parete rocciosa immersa nelle sue acque limpide.Un gioiellino da fotografare e amare, con un lungo bagno rilassante.
  5. I sesi
    Forse poco conosciuti, essi sono delle costruzioni megalitiche situate nella zona di Mursia e Cimillia, risalenti a circa 5000 anni fa.
    A crearli fu un popolo proveniente dall’Africa Settentrionale, come monumenti sepolcrali, attraverso una struttura in pietra a secco a pianta ellittica, con uno sviluppo a volta.

Stampa