Stampa

Cannoli e cassate, la spiaggia di San Vito Lo Capo e il Duomo di Palermo: quanto è bella la Sicilia e quante cose offre a chi la sceglie per le proprie vacanze!
Una meta che non delude mai, una destinazione sempre in grado di stupire, fra pranorami mozzafiato e riccheze architettoniche.

Che sia la prima volta che la si visita o che si tratti dell’ennesimo viaggio siculo, l’isola più grande del Mediterraneo è sempre un’ottima idea!
Non solo infatti  must see e attrazioni famose: per un viaggio in una Sicilia alternativa, ecco i 5 luoghi da non perdere.

  1. Il Giardino Incantato di Sciacca
    Un posto decisamente insolito e alternativo, un parco vista mare che ha un non so che di magico e misterioso.
    Noto anche come Giardino delle Teste, è sede di alcune tra le sculture più affascinanti di tutta l’isola.
    Le opere sono il risultato dell’estro del contadino Filippo Bentivegna che – secondo i racconti tramandati – dopo aver preso una botta in testa, avrebbe deciso di comprare un terreno a Sciaccia, in cui scolpire nel tufo numerose teste e volti.
  2. Il Teatro dei Pupi di Caltagirone
    In Via Verduma, a Caltagirone, si trova il celebre Teatro dei Pupi.
    Nato dopo la Prima Guerra Mondiale e restaurato nel 1978, ospita oggi una mostra permanente sull’affascinante mondo dei Pupi Siciliani, parte dei Patrimoni orali e immateriali dell’umanità dell’UNESCO.
  3. Grotta Mangiapane
    Un luogo che trasuda magia e storia, nei pressi di Custonaci, Trapani.
    Si tratta di un insieme di piccole abitazioni scavate nella roccia e situate all’interno di un anfratto, popolato fin da epoche antichissime.
    Sebbene sia ad oggi completamente disabitato, questo particolare luogo è teatro di alcune rappresentazioni che vi vengono organizzate annualmente come per esempio quella del Presepe Vivente.
  4. Fiumara d’arte
    A Castel di Tusa, in provincia di Messina, si trova la Fiumara d’arte, che altro non è che il sito in cui anticamente scorreva il fiume Tusa.
    Situato tra le Madonie e i Monti Nebrodi, è un vero e proprio museo a cielo aperto, sede di grandi opere e sculture d’arte contemporanea che ne arricchiscono il paesaggio.
    La natura si fonde qui con il lavoro dell’uomo, in un itinerario piacevolessimo da percorrere a piedi o in bicicletta.
  5. Il Borgo di Gangi
    In provincia di Palermo si trova il paesino di Gangi, dentore del premio come Borgo più bello d’Italia nonché Gioiello d’Italia.
    Si tratta di un delizioso villaggetto siciliano, in cui sembra di tornare indietro nel tempo, tra viuzze antiche e pittoresche bottege artigianali.
    Il posto perfetto per rilassarsi e passeggiare fra le tante chiese da vedere, il Palazzo del Municipio e il vecchio castello.

Stampa