Visitare Ushuaia, “la fine del mondo” in Argentina

Ushuaia, “la fine del mondo”, è certamente una delle città più visitate dell’Argentina. Un posto affascinante e intrigante dove la natura dà il meglio di sé.

Stampa

Ushuaia è certamente una delle città più visitate dell’Argentina.
Si trova nell’isola della Terra del Fuego (Terra del Fuoco) ed è conosciuta anche come “La fine del mondo”, grazie alla sua posizione, all’estremo Sud del Paese.

Nonostante il nome non prometta nulla di buono, Ushuaia è invece raggiungibile piuttosto facilmente, con il suo piccolo aeroporto che la collega a Buenos Aires, El Calafate e Trelew.
In qualsiasi stagione si decida di visitare la città, vi si troverà freddo e vento, senza nemmeno poter escludere qualche piccola e sporadica nevicata persino d’estate: condizioni tipiche della Patagonia che però richiedono sicuramente una certa preparazione, specialmente perché non è raro che escursioni ed attività in loco vengano annullate causa maltempo.

Cosa fare a Ushuaia

Sono tantissime le barche che partono ogni giorno dal porto di Ushuaia per navigare il canale di Beagle.
Questo è sicuramente un modo affascinante per ammirare il panorama circostante, scattando foto molto suggestive.
L’escursione prevede una sosta all’isola dei cormorani, una all’isola dei leoni marini ed il giro completo attorno al faro della “fine del mondo”,  il faro più antico dell’Argentina e soprattutto  il primo ad essere costruito nelle acque australi.

Un’esperienza da non perdere è anche quella del trenino della fin del mundo, ossia il mezzo che trasportava i detenuti del carcere ai boschi sub antartici decine di anni fa.
Il treno Australe Fueguino, riattivato nel 1994 con scopi turistici, permette di ripercorrere parte di quel percorso originario che porta i visitatori in alcuni dei posti più salienti della storia, tra cui un meraviglioso belvedere sulla valle del fiume Pipo.

Per chi ama camminare, una buona idea è quella di partecipare ad un trekking nel Parco della Terra del Fuoco.
L’area si trova a circa 11 chilometri da Ushuaia ed è conosciuta per essere è il parco più a sud dell’Argentina nonché è l’unico che si affaccia sulla costa .
La bellezza dei paesaggi e la forza degli elementi della natura lascia senza fiato, in un luogo così selvaggio ed incontaminato.
I 63 mila ettari del Parco sono delimitati a sud dal canale di Beagle, così che il blu scuro delle sue acque contrasta nettamente con il verde vivo e saturo della vegetazione della foresta.
Impossibile non rimanere stupiti di fronte alla capacità con cui flora e fauna riescono ad adattarsi a una situazione climatica così estrema ma allo stesso tempo assolutamente affascinante.

In caso di tempo sfortunato, un’alternativa interessante sono i musei.
Da non dimenticare:

  • Il museo marittimo di Ushuaia, situato nell’ex colonia penale. Ospita dettagliatissimi modellini di navi, carte nautiche e numerosi antichi documenti che narrano la storia del canale di Beagle.
  • Il museo della fine del mondo, per conoscere la storia del territorio dai primi abitanti ai giorni nostri.
  • Il Museo Yamana, dedicato alla cultura yamana cioè la popolazione originaria della Terra del Fuoco.

 

Stampa