Petra Desert Marathon, un’avventura che parte dall’antica città e si snoda nel deserto della Giordania

Poter correre in uno dei siti patrimonio UNESCO è una esperienza unica e altamente affascinante che rimane nella memoria

Stampa

Correre nella zona di una delle più antiche città del mondo patrimonio UNESCO e provare l’esperienza del deserto arido che somiglia molto ad un paesaggio lunare è una di quelle avventure che rimangono nella memoria per la vita.
La Maratona di Petra, oppure la mezza maratona per chi non si sente ancora pronto per un impegno fisico così importante, è una di quelle opportunità che permettono di apprezzare un luogo in modo diverso dal semplice turismo. E’ una sfida con se stessi e anche con il mondo circostante, un susseguirsi di emozioni che solo in quell’occasione avranno modo di farsi sentire.

Data e premi
Il 3 settembre 2016 è la data fissata per questa gara che donerà semplicemente dei premi simbolici, una medaglia ai vari vincitori.

Il percorso
La partenza è dalla Strada delle Facciate a Petra, un incredibile vista su queste case costruite direttamente nella pietra, per poi continuare verso la città antica attraverso le tombe, le grotte e i vari monasteri tutti scavati nella montagna. Si esce poi, percorrendo una salita di 2 chilometri circa, dal sito archeologico per dirigersi verso il deserto attraverso un percorso collinare. Si arriva alla collina di Al Musirh per andare verso il fiume Sig Al Bard e successivamente al villaggio di Ammarine per un percorso nelle vicinanze sino ad arrivare in cima alla vicina montagna seguendo il crinale da cui si domina tutto il percorso e si vede la città di Petra.
Discendendo la montagna si percorrono gli ultimi 4 chilometri prima del traguardo.
La mezza maratona ha un percorso ridotto eliminando alcuni tratti ad anello della corsa più lunga.

Per ulteriori informazioni | www.petra-desert-marathon.com

Stampa