Viaggio in Tibet tra trekking, escursioni e cultura

Un’avventura in Tibet attraverso un itinerario incantevole fatto di fatto di trekking ed escursioni immersi nella natura incontaminata di questa regione.

Stampa

Il Tibet con il monte Kailash viene considerato il centro dell’universo per i Buddhisti e il trono di Shiva per gli Hindu. Questi luoghi saturi di spiritualità offrono scenari da sogno dove poter praticare escursioni naturalistiche e trekking. Proponiamo qui di seguito il viaggio pensato dal tour operator Viaggiaconcarlo, uno degli itinerari più energici della terra. L’esperienza unica è, infatti, quella di poter combinare il trekking e l’esplorazione del territorio ad una spiritualità mistica ad alta quota.

Ecco cosa vi aspetta durante questo meraviglioso viaggio avventura in Tibet
1° giorno: Arrivo a Kathmandu; si tratta di un’esperienza davvero eccitante, un momento unico in cui restare ammaliati dalla veduta panoramica delle cime innevate della catena dell’Himalaya. La capitale del Nepal si trova all’interno di un’ampia vallata a 1.340 metri di quota. Tempo libero per passeggiare a Thamel, il quartiere turisti ed alpinistico.
2° giorno: La giornata è dedicata alla visita di Kathmandu, soffermandosi sugli aspetti più interessanti sulla storia e sulla cultura locale.  Si scopre così il monastero Buddhista di Boudhnath, il tempio Hindu di Pashupatinat e il Monkey Temple. Si prosegue poi con la visita alla città di Patan, situata a pochi chilometri dalla capitale. Nella Durbar Square si trovano alcuni reperti dell’epoca delle antiche città imperiali: tra questi il palazzo del re e il tempio dedicato al Dio Hindù, Krishna Mandir, costruito interamente in pietra con al suo interno sculture rare.
3º giorno: Visita dell’antica città di Bhaktapur, la terza città reale dopo Kathmandu e Patan e senza dubbio la più avveniristica. Nel primo pomeriggio ci si dirige verso Last Resort, un eco-lodge immerso nel verde vicino al confine Tibetano.
4º giorno: Si inizia la giornata con direzione Nyalam (3650 m. – 4 ore di viaggio); lungo il percorso sosta al villaggio di Pengyeling (3930 m.), dove i ritmi di vita sembrano restati intrappolati in altri tempi.
5º giorno: Si resta a Nylam e si dedica la giornata all’acclimatamento fisico.
6º giorno: Si prosegue lungo la Strada dell’Amicizia oltrepassando lo spettacolare passo di Lalung La (5120 m.), da dove si apre l’incredibile panorama sulla Shisha Pangma (8013 m.) e sul Cho Oyu (8201 m.). Nel pomeriggio si raggiunge Saga, situata a circa 4580 mt di altitudine.
7º giorno: Ci si dirige verso Paryang e, superato il passo Maylum La (5280 m.), si raggiunge l’incredibile scenario della piana di Barkha con gli incantevoli laghi sacri Manosarovar e Rakas Tal.
8º giorno: Acclimatamento fisico nell’area del Lago di Manasrovar.
9° giorno: Si viene trasferiti a Darchen (4780 mt), l’ultimo villaggio che si incontra prima di iniziare il trekking. Da questo punto si parte, nel pomeriggio, per una visita escursione ai monasteri situati nella parte sud del Kailash (5050 mt) per acclimatare il fisico prima del trekking.
10° giorno: Con una salita graduale lungo il fiume Lha Chu, si arriva alla spettacolare parete nord del Kailash, dove si trova il piccolo monastero di Dira Puk Gompa (5050 m.)
11º giorno: Oggi affrontiamo il tratto più impegnativo del nostro trekking con la salita verso il passo di Dolma La (5660 m.), transitando da alcuni deliziosi laghetti e da un luogo, appena prima del valico, dove i pellegrini usano lasciare qualcosa di personale. Raggiunto il passo si inizia la discesa sull’altro versante fino alle dolci pianure della valle sottostante dove ritroviamo mandrie di yak al pascolo. Ultima tappa il monastero di Zutulpuk Gompa (4835 m.), costruito nel luogo dove venne a meditare Milarepa.
12º giorno: Ultimo giorno di trekking che ci porta in discesa fino a Darchen.  Da qui, si fa ritorno all’incantevole lago di Manasrovar, a Chu Gompa, per rilassarci nelle terme di acqua bollente.
13° giorno: In mattinata si parte per Saga, con arrivo nel pomeriggio.
14° giorno: Giornata di trasferimento verso Tingri.
15° giorno: Visita del bellissimo Monastero di Ronbuk, uno dei piu’ importanti in Tibet, e del Campo base Everest North Face, il punto migliore in assoluto per osservare l’ Everest.
16° giorno: Trasferimento verso Kathamndu, dopo aver sbrigato le pratiche doganali al confine.
17° giorno: Giornata libera per la visita di Bhaktapur fino all’orario previsto per il transfer all’aeroporto. Rientro in Italia.

Il programma di viaggio in sintesi:
Durata del viaggio: 17 giorni
Attività principale: Trekking, escursionismo e cultura
Punto di partenza e arrivo: Kathmandu
Pernottamento: Lodges
Stagione ideale per partire: da Maggio a fine Settembre
Ore di camminata: 4-9

Cari amici questa è un’esperienza unica a cui terremo tanto poteste partecipare.
Per i nostri lettori verrà riservata una riduzione speciale del 5% sull’importo finale del viaggio. Ricordatevi però di citare il codice INFOMOTORI14 al momento dell’iscrizione. Per informazioni sul viaggio ed iscrizioni: www.viaggiaconcarlo.com oppure scrivi a viaggi@veraclasse.it
E non dimenticatevi di raccontarci come è andata ed inviarci le foto … Buon Viaggio!

 

Stampa