Cervinia, una delle più grandi e complete stazioni sciistiche dal fascino aristocratico

Località storica di turismo invernale della Valle D’Aosta, è uno dei luoghi con più chilometri di piste sfruttabili e con svaghi oltre lo sci

Stampa

Finalmente è arrivata la neve ed è tempo di sciare, un giorno, un fine settimana o una settimana bianca da trascorrere in luoghi trendy, dove poter soddisfare la voglia di sport e non solo. Uno di questi luoghi è Cervinia, o meglio Breuil-Cervinia in Val D'Aosta, la località montana situata alle pendici del Cervino, una tra le più importanti delle Alpi.

Centro abitato tra i più alti d'Europa (2050m slm), accoglie i turisti, estate esoprattutto d'inverno per tutta l'infrastruttura sciistica ben organizzata ed attrezzata ed è anche in una posizione alquanto strategica per la vicinanza con un'altra stazione famosa per lo sci, Zermatt in Svizzera oltre la vicinanza a centri importanti come St. Vincent e Chatillon.

Meta dell'aristocrazia torinese (ed anche dei re d'Italia) sin dalla fine dell'800 si è poi sviluppata in fretta con la creazioni di impianti sciistici: cabinovie, funivie, seggiovie e skilift si sono andati evolvendo in tutti questi anni per sfruttare appieno il Plateau Rosa luogo di numerose piste di tutti i tipi e difficoltà e grazie al collegamento con gli impianti di Zermatt si è creato un comprensorio che offre ben 350km di piste da sci. La stagione sciistica, grazie anche alle altezze di 3000m è una delle più lunghe, sino a maggio ed è possibile sciare sul ghiacciaio praticando sci estivo.

E' anche possibile praticare lo sci di fondo, sfruttando la pista che viene creata sul campo da golf di Cervinia utilizzato unicamente d'estate

Oltre lo sci
Sicuramente è sempre la natura a proporre luoghi da vedere come il Lago Blu appena sotto al paese di Cervinia in cui si specchia il monte Cervino ma anche il lago artificiale Goillet a 2500m circa che permette l'innevamento artificiale delle piste è un posto da vedere e raggiungendo il Plateau Rosa (quota 3550m) vi è un punto panoramico da cui si possono ammirare oltre al Cervino, anche il Monte Bianco ed il Monviso da cui nasce il Po.

Sempre al Plateau Rosa vi è un piccolo museo della storia degli impianti sciistici mentre in paese vi è la Capanna Luigi Amedeo di Savoia, un rifugio utilizzato sino alla fine degli anni '60 che dopo vari spostamenti è stato smontato e collocato definitivamente a Cervinia. 

Le giornate si possono anche trascorrere tra shopping e SPA che sono presenti in paese o incluse nei servizi degli hotel e la sera è possibile tentare la fortuna al casinò di Saint Vincent raggiungibile in pochissimo tempo.

Stampa