Viaggio esplorazione nel deserto del Sahara in Algeria, un’incredibile viaggio avventura a bordo di un fuoristrada 4×4

Stampa

Se volete prendervi una decina di giorni di pausa per esplorare un’area suggestiva come quella del Tandrart Akakus: da In Djaren a Tin Merzouga si esplora l’area sahariana dell’Algeria, spostandosi a bordo di un fuoristrada 4×4. Un viaggio emozionante per provare le sensazioni più pure, dove il silenzio aiuta a ritrovare se stessi e a trovare il proprio stato di purezza e libertà.
Una spedizione spettacolare che parte dall’oasi di Djanet, la “perla del Tassili”, nel Tadrart Akakus, e si addentra nelle insidiose dune del deserto del Sahara, che vengono domate a bordo di mezzi 4×4.

Un favoloso programma di viaggio, che possiamo riassumere nelle seguenti tappe…
1° giorno: Partenza per Algeri con volo di linea, proseguimento per Djanet, il punto di arrivo.
2° – 8° giorno: Dopo la prima colazione, ingresso al Parco del Tassili e visita all’oasi. Djanet è composta da tre villaggi e un’oasi di migliaia di palme abitata da circa 15.000 persone; la visita è presto fatta: un mercato con qualche commerciante, il vecchio Ksar di El Mihan e il villaggio di Azelouaz. Inizio della spedizione a bordo di un 4×4 nell’estremo sud-est algerino. Si segue per un tratto il corso dell’ued Amais, che si restringe sino a scorrere incassato tra alte pareti. Possibile escursione a piedi fino alla gheltà di Adjiri. Si continua verso est seguendo la pista che scavalca il Tassili n’Ajjer nel suo tratto più stretto e raggiunge la falesia del Tadrart Acacus. Si penetra all’interno dell’Acacus seguendo l’alveo dell’ued In Djeran. L’ued In Djeran si perde fra le dune dell’erg Tin Merzugà, dove al tramonto si può godere di un fantastico paesaggio. Si raggiunge l’ued Tin Tehak dove, in un ricovero roccioso è conservata, una grande pittura con rappresentazioni di epoche e stili diversi.
Si rientra nel Tassili n’Ajjer fino a raggiungere il sito di Alidemma; si procede in direzione nord-nord-est finchè dalla pianura emergono le dune dell’erg d’Admer che si costeggiano passando a lato di Tisnar.
Attraverso l’erg si arriva nella regione di Terarart, dove si possono ammirare alcuni imponenti faraglioni rocciosi. Sulla parete di uno di essi è inciso un vero capolavoro di arte rupestre.
9° giorno: Proseguendo verso Djanet si arriva alla grande tomba solare composta da un tumulo centrale e da due cerchi concentrici di pietre con un viale di accesso.
10° giorno: Arrivo ad Algeri e proseguimento per Roma.

Fonte | www.kel12.com

Stampa