fbpx

Isole Azzorre, un paradiso vulcanico per gli amanti della natura e della tranquillità

Stampa

Isole dell’Atlantico ma poco distanti dal Portogallo, sono la meta per chi ama una vacanza rilassante a contatto con la natura e scoprire luoghi patrimonio UNESCO

Per gli amanti delle isole e delle vacanze rilassanti senza sovraffollamenti, le Isole Azzorre sono una delle mete più adatte senza effettuare trasferimenti molto lunghi.

Queste piccole terre emerse di origine vulcanica si trovano infatti nell’Oceano Atlantico ma prossime al Portogallo di cui fanno parte.

Vivibili ed adatte per l’accoglienza dei turisti sono costituite da nove isole vere e proprie e da altri graziosi isolotti, perfetti per una gita o una visita ma non per un soggiorno, non avendo spesso nessun tipo di struttura di accoglienza.
Ecco le 9 Isole Azzorre e le loro peculiarità:

Graciosa

L’isola più a nord con coste molto rocciose e piccoli centri: quello più rinomato e turistico è al suo estremo sud chiamato Carapacho che ha sorgenti naturali di acque termali, perfetto per un soggiorno dove unire il mare e le gite all’aria aperta con la cura del corpo ed il benessere.

Terceira

L’isola con maggiore interesse storico e culturale ed attualmente sede della magistratura del governo. Angra, una piccola cittadina molto caratteristica e ben conservata, è uno dei beni patrimonio dell’UNESCO. Sempre in quest’isola durante il periodo estivo pullula di feste ed eventi vari che impegnano quasi tutta l’isola con manifestazioni folcloristiche.

Sao Jorge

Dall’anomala forma stretta e lunga, mantiene comunque le caratteristiche di isola vulcanica. Sao Jorge è rinomata per una serie innumerevole di orti e piccoli campi pianeggianti gestiti da piccoli contadini locali.

Pico

L’isola del vulcano, il Ponta do Pico, sembra quasi una cartolina, con la sua montagna di circa 2300 metri che si erge a dominare questo ridotto fazzoletto di terra. Nell’ultima eruzione all’inizio del 1700 si sono creati dei campi di lava sino al mare che vengono localmente denominati Mistérios.
Ricca di vigneti molto pregiati grazie al terreno lavico, che hanno generato anche un turismo di degustatori e di enologi, a certificazione della sua bellezza questa zona è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Faial

Molto vicina a Pico, è la seconda isola per interesse turistico grazie anche ai collegamenti con veloci traghetti. A Faial vi è la sede del parlamento, ma la sua maggior attrazione è il porto, strutturato ed organizzato per l’accoglienza di yacht di lusso che arrivano dalla Cornovaglia per raggiungere poi i Caraibi.

Sao Miguel

Centro principale degli arrivi turistici per il suo aeroporto organizzato, è in ogni caso un luogo da visitare per i suoi panorami naturali grazie ai laghi di origine vulcanica e la rigogliosa natura ben conservata ed incontaminata.

Santa Maria

Fu la prima delle isole ad essere scoperta dai navigatori ma è forse la meno caratteristica e visitata.

Flores

L’isola che racchiude in sé tutte le principali caratteristiche delle altre: coste frastagliate e alte con splendide grotte naturali un tempo covi di pirati, piccoli laghetti vulcanici, natura rigogliosa e piccoli corsi d’acqua e cascate. Ma la caratteristica sono le ortensie che crescono spontaneamente in tutta l’isola ricoprendola di colori durante la fioritura.

Corvo

L’isola più piccola delle Azzorre, adatta alle semplici escursioni per assenza di qualsiasi luogo di accoglienza turistica. Vi è un unico campeggio molto spartano ma l’attrazione è un enorme cratere vulcanico ora vuoto che forma un’anomala caverna.

Stampa