Visitare Barcellona, tutte le info sui luoghi da vivere

Una guida negli angoli della città da non perdere tra design, locali, edifici simbolo, un luogo a misura d’uomo

Stampa

Barcellona, capoluogo della Catalogna, città rinomata per la sua vivacità intellettuale e culturale, è il secondo centro per importanza della Spagna che ha visto una vera e propria trasformazione del suo skyline e della sua struttura con un grandissimo recupero e rinnovo architettonico e di design.

Una metropoli sul mare dove rimane vivo lo spirito latino dei suoi abitanti che rende questa città a misura d’uomo, nonostante grattacieli e edifici futuristici.
Ecco una piccola guida a quei luoghi che vanno visti assolutamente

Architettura e design

Grande centro portuale a cui deve parte della sua fortuna, Barcellona è ormai anche grande meta turistica per il suo clima e per l’accoglienza calorosa da parte dei catalani. E’ un luogo che ha visto l’avvicendarsi quasi sistematico di architetti e artisti che hanno dato forma ad una città dove antico e moderno sembrano quasi un tutt’uno.

Dopo Gaudì che ha lasciato un’orma indelebile con tutte le sue costruzioni abitative e la Sagrada Familia, tutte patrimonio dell’UNESCO, che sono assolutamente da visitare (Parc Guell, Casa Batltò , Casa Milà), vi sono anche tutti i nuovi edifici che si sono inseriti perfettamente all’interno della conformazione generale come il W Hotel, la torre Agbar, il villaggio olimpico che domina la città, la torre delle comunicazioni di Calatrava e il porto nuovo con una serie di edifici commerciali e industriali.

Luoghi da vivere

Barcellona è anche simboleggiata dalla bellissima spiaggia (la Barceloneta) lunga quasi due chilometri dove abitanti e turisti possono trascorrere il tempo rilassandosi o facendo sport. Buona parte è libera ma attrezzata con docce e con piccoli chioschi per bibite e tapas.

Assolutamente da percorrere la Ramblas ovvero la strada totalmente pedonale che arriva al porto vecchio, alla piazza con la statua di Cristoforo Colombo. E’ un luogo di ritrovo e di passeggio, dove negozi e locali si susseguono uno dopo l’altro, quasi perennemente aperti.

Nel recupero della città, anche tutto il vecchio porto è stato ripulito e rigenerato creando una concentrazione di ristoranti e locali che offrono a turisti e non solo, cibo e divertimento a qualsiasi ora e dove è rimasta a guardia la scultura stilizzata simile a un pesce di Frank ‘O Ghery.

Sempre in riva al mare, per riposare è possibile andare al Parco Diagonal Mar che è il più grande della città, un’oasi verde di ritrovo per tutti quelli che apprezzano il vivere all’aria aperta e poter praticare attività sportive e culturali.

Stampa