fbpx

L’Albereta Franciacorta

Stampa

Una Villa neorinascimentale dove le parole chiave sono luce, spazio, silenzio, tempo: qui risiede l’essenza de L’Albereta. Il direttore di Veraclasse l’ha visitato per voi…

L’Albereta, esclusivo hotel che fa parte della catena Relais & Chateaux, sorge sull’impianto di una sontuosa villa neorinascimentale che con l’aumento del numero delle camere ha plasmato anche la sua struttura architettonica.
Il direttore di Veraclasse ha avuto il piacere di visitare questo splendido hotel che si snoda ora attraverso cinque edifici: l’originale villa padronale con la Torre Bellavista, unita alla più recente Torre Contadi Castaldi attraverso la già esistente Casa Colonica con il suo loggiato, cui si aggiunge la nuova Torre del Lago. Inaugurata nel 2002, la Torre del Lago è stata progettata all’interno del parco per catturare i migliori scorci prospettici offerti dal paesaggio.
Toni caldi o tendenti al neutro, linee talora morbide ed avvolgenti, talaltra più essenziali per enfatizzare la luce che si fa spazio tra le ampie vetrate; tessuti preziosi come raso, seta, gros grain e damasco per i drappeggi della tappezzeria, fiandra e lino per la biancheria; pregiati marmi nei toni del crema, rosa antico, grigio perla e verde salvia nelle sale da bagno; mobili d’epoca gelosamente conservati o provenienti da diverse parti del mondo, ricordi di viaggi in terre lontane. Ogni elemento del décor è oggetto di una cura che non trascura alcun dettaglio.
Affreschi e decori alle pareti, rimandano ad un mondo delicato, dove angeli ed elementi naturali giocano insieme per dare pace e serenità al proprio ospite. Caldi parquet si alternano a intarsi di marmo italiano e irlandese, lo stesso sul quale passeggia la Regina a Buckingham Palace.
Balconi e terrazze si sporgono tra i verdeggianti vigneti, gli alti pini, le magnolie imponenti, i profumati tigli, e i molti altri alberi che costellano il parco de L’Albereta, per offrire a quasi tutte le camere una vista straordinaria sul paesaggio che abbraccia il relais; in molti casi, allo sguardo è consentito di spingersi fino al vicino Lago d’Iseo, una piccola gemma ancora poco esplorata tra i laghi italiani.

Per il benessere di corpo e mente c’è l’Espace Vitalité, frutto della volontà della proprietaria Carmen Moretti de Rosa di arricchire L’Albereta di uno spazio dove i propri ospiti potessero dedicarsi esclusivamente alla cura di sé, secondo un metodo rigoroso che si nutrisse di un imprescindibile radicamento nei principi della medicina.
L’Espace Vitalité rappresenta una delle due sole medical & wellness SPA firmate da Chenot in Italia ed al suo interno lavora un team altamente qualificato composto da oltre 30 professionisti, tra medici, terapisti, dietiste, assistenti di terapia, osteopati,  estetiste ed, ovviamente, responsabili accoglienza ed addetti alla reception.

L’Albereta è anche un vero e proprio tempio del gusto.
Qui gli appassionati gourmand sono sedotti dalla Cucina Totale, fondata sul sapere e sulla saggezza gastronomica e prima ancora sulle idee, di Gualtiero Marchesi,  il padre della moderna cucina italiana, il Maestro che ha trasformato la gastronomia in arte della conoscenza.
Colui che prima ancora di prendere gli ospiti per la gola, li conquista attraverso la testa, coinvolgendoli in un’esperienza dei sensi e della ragione, dalla quale non si può che riemergere con una consapevolezza nuova della verità della materia.
Un viaggio sensoriale e celebrale, quello che propone, che è anche un vero e proprio percorso di formazione.
A coloro che desiderano rispettare un regime calorico controllato, è dedicato il Ristorante Benessere, nelle cui proposte è possibile ritrovare il piacere di una cucina che non accetta compromessi a svantaggio del gusto. Una cucina calibrata nell’apporto calorico, ma ricca nei sapori, che saprà sorprendere anche i palati più esigenti.

Stampa