Stampa

Un deciso ritorno alle origini e all’eleganza maschile senza tempo, anche se non mancano i tocchi glam presi in prestito dalle rockstar anni ’70

Le tendenze della moda maschile tracciate per questo autunno-inverno 2009-2010 conducono ad un forte ritorno alle origini: tagli sartoriali, eleganza, sobrietà, austherity.
Ma c’è sempre qualche proposta al di fuori degli schemi per coloro che amano osare, pur sempre con garbo…
Daks propone una collezione uomo caratterizzata da tagli sartoriali e da materiali pregiati, in cui le silhouettes sono estremamente rinnovate in chiave contemporanea.
La collezione autunno-inverno 2009-2010 trae ispirazione dalle Highlands scozzesi,  impiega tessuti britannici e rispolvera i pattern tipici della tradizione come i quadri molto piccoli, i chek tradizionali, i gessati e i micro puntini.
Per la nuova collezione Burberry Prorsum fa un salto nel passato e torna alle origini che da sempre hanno caratterizzato la famosa casa inglese. Ne è testimone la scelta dei colori, nero rosso, bianco, cammello assieme alle grandi maglie che avvolgono un uomo moderno, ma nostalgico.
Prada punta invece sul tema della “sopravvivenza”: il suo uomo ideale è forte, rigoroso, caratterizzato da una ritrovata mascolinità e pronto a combattere. La palette di colori proposta da Miuccia Prada non è molto varia: si va dal grigio fumo delle tute al nero lucido della pelle Duster, con qualche piccolo tocco arancione acceso qua e la’, perchè il rigore va bene, ma ogni tanto bisogna anche lasciarsi andare.
Ermenegildo Zegna propone una collezione dal gusto aristocratico e costruita su fatti tangibili, su una qualità favolosa di tessuti che nasce da radici austere e dal rispetto per l’uomo e l’ambiente.
Tutti i capi della collezione Ermenegildo Zegna seguono i dettami della più alta scuola sartoriale e sono realizzati da artigiani esperti che tagliano e cuciono a mano i tessuti più esclusivi del mondo.
Più sfrontato l’uomo Gucci: per lui è la musica a fare da protagonista e il suo look ricorda quello delle rock star di ieri. Soluzioni decise, mai banali, pantaloni aderenti e camicie che si alternano alla sera, quando il classico smoking lascia il posto a maglioni in lurex e le cravatte diventano sciarpe.
Dolce & Gabbana si ispira ad un uomo mediterraneo nella forma e nello stile e rende omaggio alle atmosfere del Gattopardo con abiti di estremo valore artigianale, impeccabili per qualità e taglio. Il dettaglio ammalia e i materiali amano variare: dai velluti lisci, grossi o a coste, alla seta, fino a mostrare il panno di lana cotta al raso trapuntato.

Stampa