Mostra di Renato Guttuso ‘Il realismo e l’attualità dell’immagine’

A dal 27.03.2013 al 22.09.2013

Stampa

Dal 27 marzo al 22 settembre 2013 apre i battenti la mostra di Renato Guttuso al Museo Archeologico Regionale di Aosta. La collezione dell’artista impegnato in campo politico si prepara a sconvolgere gli animi degli appassionati d’arte

La stagione delle mostre primaverili offre numerosi appuntamenti e spunti per ammirare collezioni d’arte antiche e moderne, attraverso una selezione di opere gentilmente offerte da musei nazionali ed internazionali. Le mostre del 2013 annoverano numerosi appuntamenti interessanti, uno dei quali è la monografica di Renato Guttuso, organizzata al Museo Archeologico di Aosta.

RENATO GUTTUSO. Il Realismo e l’attualità dell’immagine

La mostra organizzata al Museo archeologico di Aosta riunisce oltre 50 opere primarie di Guttuso, dalla nature morte della fine degli anni ’30 e dei primi ’40 al drammatico Partigiana assassinata del 1954, dal visionario Bambino sul mostro del 1966, all’epico Comizio di quartiere del 1975.

Renato Guttuso

Coinvolto intensamente nel clima sociale e politico del secondo dopoguerra, Renato Guttuso risulta una delle coscienze più autorevoli del periodo. La sua chiara scelta antifascista, l’adesione al movimento comunista rendono Renato Guttuso artista interprete di un realismo testimone della critica del proprio tempo. “Vorrei arrivare alla totale libertà in arte, libertà che, come nella vita, consiste nella verità”, scrive Guttuso. E ancora: “Sempre ha contato, soprattutto, per me il rapporto con le cose. Trovare, o credere di trovare questo rapporto (naturalmente non stabile né fisso) ha significato, in qualche modo, tentare la possibilità di comunicare tale rapporto. Un’arte senza pubblico non esiste”.


RENATO GUTTUSO. Il Realismo e l’attualità dell’immagine

Aosta, Museo Archeologico Regionale, Piazza Roncas 12
27 marzo – 22 settembre 2013
Dal martedì alla domenica 10.00 – 18.00. Lunedì chiuso

Stampa