Algeria e Tassili in 4×4: nel deserto con astronomo tra crateri e pitture rupestri

oUna spedizione nel deserto algerino dal carattere esplorativo e conoscitivo, alla ricerca di nuovi crateri, ammirando le meraviglie del parco nazionale del Tassili e le pitture rupestri. Un viaggioo interamente in fuoristradao ocondotto da esperti e con la straordinaria partecipazione di un noto astronomo che ci guiderà alla conoscenza delle costellazioni e dei sorprendenti fenomeni celesti.

Stampa

Spedizione unica nel suo genere condotta nel deserto del Sahara, attraverso un percorso su mezzi 4×4 che ci porta a scoprire l’Algeria e l’altopiano del Tassili, dove troviamo tracce del nostro passato più remoto. Chiunque sia stato nel deserto almeno per un po’ ne torna fortemente cambiato, proprio per questo è fondamentale vivere a pieno un’esperienza come questa, contemplando le perle più rare di questo lembo prezioso del deserto del Sahara.

Un viaggio avventura e d’esplorazione, dove il fuoristrada 4×4 si rivela il miglior alleato per conoscere il nostro passato. Algeria Tassili Craters è il nome del tour che ci conduce ad Illizi, con il suo Tassili meno visitato ma sicuramente molto affascinante, ricco di storia e con una densa concentrazione di pitture e incisioni rupestri. Il viaggio in Algeria punta ad esplorare in modo particolare l’area di Wadi Djeran, punto scoperto e mappato da Henry Lhote. La spedizione procede quindi verso Sud, nello specifico verso Djanet, detta la “perla del deserto”, che viene raggiunta tramite una pista che corre lungo tutto il confine della splendida Libia.

L’itinerario della spedizione consente di vivere un’esperienza unica,che prevede l’osservazione da vicino delle antichissime pitture rupestri, ma anche la visita a crateri da probabile impatto meteoritico, che non sono ancora stati studiati. È interessante quindi avere l’opportunità di avvicinarsi per poter formulare la propria ipotesi, specialmente perchè, non conoscendo i percorsi di avvicinamento ma solo le coordinate, sarà divertente e stimolante pensare come meglio raggiungere i crateri.

Il viaggio è perfetto anche per gli appassionati della volta celeste, che desiderano perdersi nell’immensità del cielo del deserto per osservare i fenomeni naturali che si possono chiaramente vedere in questa zona della Terra dove il cielo è particolarmente limpido e privo di inquinamento luminoso. “Un soffitto di incanto offerto dal cielo con pavimento mobile di sabbia – illustra il docente Romano Serra del Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna, ricercatore nel campo dello studio dei corpi minori del Sistema Solare – in questo viaggio si gode di incantevoli luoghi terminando le giornate con osservazioni astronomiche in un planetario a cielo aperto, per scoprire le storie mitologiche tramandate dagli avi e raccontate da esperti e appassionati conoscitori. Ci sarà la possibilità di sdraiarsi sulla sabbia per godere di piogge di meteore senza limite di espressione dei nostri desideri. Un viaggio dove la natura si esprimerà in tutto il suo selvaggio splendore”
Un viaggio unico, che resta impresso come un ricordo indelebile nella memoria ed è capace di arricchirci profondamente nello spirito.

Un cielo ricco di stelle
Durante questo viaggio suggestivo ed emozionante nel deserto algerino, è possibile ammirare alcuni fenomeni celesti naturali, chiaramente individuabili dalla quiete desertica. Vediamo qui di seguito gli spettacoli meravigliosi che si andranno ad ammirare.
RAGGIO VERDE: Al tramonto si può osservare questo fenomeno, ancora meglio se si dispone di un teleobiettivo oppure oltre al mezzo metro di focale. Si tratta di un fenomeno dovuto alla dispersione della luce che si verifica quando il sole tramonta oppure sorge.
LUCE ZODIACALE: Dopo il tramonto si osserva una debole ed argentea luce che dall’orizzonte si snoda per buona parte del cielo fino allo zenit. Si tratta della luce zodiacale, ovvero la riflessione della luce solare da parte di particelle e polvere prevalentemente di origine cometaria, presente sul piano dell’eclittica cioè dell’orbita della Terra attorno al sole.
CIELO PROFONDO: L’assenza della Luna e la bassa latitudine permettono di osservare le costellazioni dello zodiaco presenti in cielo.

Il cielo è ricco di ammassi di stelle, nebulose planetarie, ammassi globulari ecc.
GEGENSCHIEN: In piena notte si osserva una debole luminosità a forma circolare, delle dimensioni di 6-7 gradi, nella costellazione della Vergine. Con Gegenschien si intende il bagliore nel cielo opposto alla posizione del Sole rispetto all Terra.
VIA LATTEA: Al mattino, un paio di ore prima del sorgere del Sole, sorge con tutta la sua imponenza la Galassiaportando con sé la luce sfavillante di Venere.

Le principali tappe di viaggio
1 novembre: Partenza da Genova alle 15:00.
2 novembre: Si sbarca a Tunisi, dove si sbrigano le formalità doganali. Dopo di chè si punta verso sud per la prima tappa che è fissata a Gafsa. Pernottamento in Hotel.
3 novembre: Partenza la mattina presto per la frontiera di Taleb Arabi, incontro con la guida e disbrigo delle formalità nelle solite 3 o 4 ore. Inizio del percorso che ci porterà nel cuore del Sahara. Hotel.
4 – 5 novembre: Giornate di trasferimento verso Illizi con pernotto in accampamenti lungo il percorso.
6 – 7 – 8 – 9 – 10 novembre: Percorrendo piste e percorsi liberi, arriviamo nei pressi dei due crateri. Si effettuano diverse soste esplorative su paleosuoli e terreni vari, finalizzate al ritrovamento e allo studio di eventuali residui meteoritici. Immancabili ovviamente le soste presso i principali siti di pitture e incisioni rupestri.
11 novembre: Arrivo a Djanet, giro di boa di questa fantastica spedizione. Il rientro è su asfalto, ma i panorami che si vedono rappresentano un suggestivo compagno di viaggio.
12 – 13 – 14 novembre: Si riprende il percorso su asfalto e, attraversando le stesse strade dell’andata, ci si spinge verso Nord per il rientro. Arrivo verso pomeriggio, dopo di che sosta in campo dopo il confine.
15 novembre: Partiamo nella mattinata e arriviamo in serata nel nostro Hotel di Hammamet – piscina e relax a volontà.
16 novembre: Ritrovo alle 12 al Porto della Goulette a Tunisi, dove si sale a bordo della nave per il rientro.
17 novembre: Arrivo a Genova.

Abbiamo selezionato questo viaggio per voi perchè lo riteniamo un’esperienza davvero unica.
Ci teniamo a comunicare che ai nostri lettori verrà riservato uno sconto speciale del 20% ai primi quattro iscritti. Ogni successivo iscritto avrà comunque uno sconto del 10% sul prezzo finale del viaggio. Ricordatevi di comunicare al momento dell’iscrizione il codice di sconto che è VERACLASSE14.
Per informazioni sul viaggio ed iscrizioni: www.desartica.com oppure scrivi a viaggi@veraclasse.it
Buon divertimento! Aspettiamo le vostre impressioni di viaggio e le foto al vostro rientro.

Stampa