fbpx
Stampa

L’Ecuador è un piccolo Stato del Sud America ricco di storia, cultura e paesaggi naturalistici mozzafiato: un sogno per chi ama una vacanza completa di escursioni, visite ai monumenti storici e relax.

L’Ecuador è uno degli Stati più piccoli di tutto il Sud America ma questo non influisce affatto sull’incredibile quantità di bellezze che offre.
Un Paese attraversato dall’Equatore, dove la jungla lascia presto spazio alle Ande, fra ricche città e paesaggi mozzafiato: da vedere assolutamente!

La varietà di ambienti ed ecosistemi dell’Ecuador è davvero pazzesca e pensare di poter vedere tutto in un unico viaggio è decisamente irrealistico.
Una selezione è d’obbligo, in maniera tale da dedicare a ciascun punto di interesse il tempo che merita.
Ecco quindi il meglio del Paese, tutto ciò che non può in nessun caso essere escluso da un ipotetico itinerario in Ecuador:

  1. Quito, la capitale
    Il centro storico di Quito, in delizioso stile coloniale, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO ed è dunque consigliabile dedicargli almeno un paio di giorni, magari facendo partire proprio da lì il viaggio nel Paese.
    Tra graziosissime viuzze, costeggiate da edifici color pastello, sono distribuite numerose attrazioni, come chiese e monumenti antichi.
    Da non perdere Plaza de San Francisco con la sua chiesa e la splendida Basilica del Voto Nazionale in stile neogotico: la vista dalla cima della sua torre è superlativa.
    Un’ottima idea, per chi è in cerca di affacci da fotografare, è quella di prendere la teleferica che, dalla città, porta fino alla cima del vulcano Pichincha: uno spettacolo!
  2. Cuenca
    Cuenca è una città solare, ridente, piacevolissima da visitare e da vivere.
    Il fulcro è sicuramente Plaza Abdon Calderon, racchiusa tra eleganti palazzi coloniali e con la sua maestosa chiesa, simbolo della città. Essa, inoltre, con le sue cupole celesti, permette una vista a 360° sul mondo circostante.
    Interessantissimo anche il Museo della Banca Centrale e il Parco Archeologico Pumapungo con gli scavi di Tumibamba, l’antico nome Inca con cui era conosciuta Cuenca.
  3. Laguna Quilotoa
    La Laguna Quilotoa è uno di quei posti dove rimanere senza parole!
    Essa è costituita da uno specchio di acqua azzurra che riempie una caldera di 3km, creatasi dopo un collasso più di 800 anni fa.
    La superficie del lago si trova a 3500 m di altitudine e per arrivare fino lì è necessario attraversare le località di Zumbahua o di Latacunga, in cui magari fermarsi qualche ora al caratteristico mercato cittadino.
  4. Baños
    Baños è il posto ideale in cui rilassarsi un po’ dalle fatiche di un tour.
    Si tratta di un importante centro termale, in cui decidere di trascorrere qualche giorno godendo delle proprietà benefiche delle sue acque.
    Le più particolari sono probabilmente le terme notturne, con una cascata di acqua caldissima che arriva direttamente dal Tungurahua, uno dei vulcani più attivi del mondo.
    Da qui partono anche le escursioni per esplorare la foresta amazzonica e infatti la città è nota anche come “Porta dell’Amazzonia”.
  5. Isole Galapagos
    Non servono parole per presentare le Galapagos, tra le isole più famose del mondo, grande vanto dell’Ecuador.
    L’ideale è decidere di trascorrere qua qualche giorno per un po’ di vita marina, nuotando con gli squali, tra coralli e pesci colorati e incontrando i leoni marini.
    Imperdibili le maestose tartarughe giganti, lontane amiche di Darwin.

 

Stampa