Le più belle Terme in Veneto per una vacanza relax

Stampa

Il Veneto è la meta ideale per chi vuole trascorrere una vacanza alle terme e al contempo visitare i dintorni e fare attività outdoor. Oltre alle numerose città termali infatti questa è la regione più interessante d’Italia dal punto di vista turistico: presenta infatti un’alta concentrazione di città d’arte, montagne e laghi, siti UNESCO e luoghi sacri. 

Ecco l’elenco delle migliori terme e le più belle città termali in Veneto con piscine e SPA dove trascorrere un week end rilassante o una vacanza benessere e curativa.

Abano Terme

Abano è il principale centro delle Terme Euganee, si trova a 10 km da Padova, a ridosso dei colli Euganei, in una zona vulcanica non più attiva. La città termale del Veneto è tra le più rinomate località fango-terapeutiche  e termali d’Europa,  grazie ai benefici terapeutici delle acque termominerali ed alla grande offerta alberghiera ed alle piscine termali. Non mancano infine numerose iniziative di intrattenimento, spettacoli ed eventi per i turisti che soggiornano ad Abano durante le cure.
Nell’antichità Abano Terme visse un periodo di grande splendore proprio grazie alle terme, di cui si narra nelle opere di grandi scrittori latini come Tito Livio e Plinio il Vecchio. 

Battaglia Terme

Battaglia Terme

Il centro termale di Battaglia Terme fa parte del Distretto Termale Euganeo, in provincia di Padova. Il paese si trova in una zona pianeggiante, ai piedi dei Colli Euganei e dista mediamente circa 5 chilometri da tutti gli altri centri termali del Parco dei Colli Euganei.

Pur essendo il più piccolo dei centri termali del comprensorio, è senza dubbio il più originale e interessante. Soprannominato anche Porta del Parco dei Colli Euganei, il comune di Battaglia Terme è storicamente legato ai corsi d’acqua navigabili che la attraversano per cui aveva un forte legame con la Serenissima, come testimonia la presenza del Castello del Catajo.
A Battaglia Terme inoltre si trova l’unica grotta termale naturale dell’area euganea, situata nel piccolo Monte Sant’Elena, detto anche Monte della Stufa. La grotta, conosciuta già in epoca alto medievale, è stata visitata nel corso dei secoli da numerosi illustri viaggiatori, tra cui Michel de Montaigne e Stendhal, che durante i loro tour hanno sostato in questa località per beneficiare delle sue terme. L’acqua è l’elemento più caratterizzante della località, sia per le rinomate proprietà curative delle sue terme, sia per la tradizione della navigazione fluviale, che risale ai tempi della Serenissima Repubblica.

Le terme di Bibione

Lo stabilimento termale Bibione Thermae è uno dei più rinomati centri benessere del Veneto. Si trova nella città balneare di Bibione affacciata sull’Adriatico pertanto è perfetta per chi vuole abbinare i trattamenti benessere e curativi ad un soggiorno spiaggia – mare.
Nello stabilimento termale di Bibione si possono effettuare trattamenti di bellezza e cure termali, alcune delle quali convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, grazie alle ottime proprietà terapeutiche dell’acqua termale che sgorga a 52° C da una profondità di 500 metri. Un caratteristico impianto dello stabilimento di Bibione Thermae è senza dubbio la grotta termale, dove l’acqua, cadendo dall’alto a cascata, sviluppa in modo assolutamente naturale un ambiente caldo e saturo di vapore utile all’inalazione di sostanze terpeniche.

Le Terme di Calalzo di Cadore

Questa località termale è ideale per chi ama gli ambienti montani e l’archeologia. Calalzo è un luogo molto suggestivo dal punto di vista naturalistico, dove si trovano numerose sorgenti di acque minerali che scorrono a spaglio in superficie, creando un paesaggio altamente suggestivo. Fin dall’antichità i benefici delle acque termali erano molto apprezzati, lo conferma la presenza di un santuario paleoveneto precristiano dedicato alla divinità Trumusiate, cui erano riconosciuti poteri sananti. L’utilizzo terapeutico delle acque di Lagole è continuato anche in epoca romana.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale sono state effettuate numerose analisi per determinare le caratteristiche terapeutiche delle acque di Lagole, che si confermano particolarmente ricche di solfati, di bicarbonati, di calcio e di magnesio. L’utilizzo di queste acque a scopo terapeutico è stato possibile grazie alla costruzione di un centro termale-estetico, portato a termine dall’ Albergo Calalzo ed inaugurato nel 1996.
Il Centro termale si raggiunge attraverso un sentiero nel bosco. L’acqua sorgiva, così ricca di solfati bicarbonati calcio e magnesio, è clinicamente ricca di proprietà terapeutiche. Può essere utile come bevanda per migliorare le attività dello stomaco, per trattare lievi disturbi al fegato, per la diuresi e come blando lassativo.

Per via inalatoria risulta utile nella cura di sinusiti, riniti e infiammazione delle prime vie aeree. Attraverso i bagni è possibile curare le malattie della pelle.

Le Terme di Comelico Superiore

Comelico Superiore è una graziosa località dolomitica in provincia di Belluno che si trova ad un’altezza di 1210 metri sul livello del mare, con una vista incantevole sulle Tre Cime di Lavaredo.
Le Terme delle Dolomiti sono il complesso termale più alto d’Italia e si trovano nella frazione di Val Grande dove è stato realizzato un centro terapeutico polifunzionale. E’ il centro termale ideale per chi vuole abbinare un soggiorno tra le Dolomiti a momenti di relax e recupero dell’equilibrio psico-fisico perduto. Le Terme delle Dolomiti devono il loro potere terapeutico alla presenza di purissime sorgenti montane che, erogando acque classificate come bicarbonato calciche, solfate e magnesiache, sono particolarmente adatte a trattamenti curativi ed estetici.

Galzignano Terme

Galzignano fa parte del Distretto Termale Euganeo, in provincia di Padova. Qui si produce uno dei migliori fanghi termali di tutto il Bacino Euganeo. Questa preziosa materia naturale, nasce dall’unione tra le acque termali e l’argilla presente in un piccolo lago nelle vicinanze di Arquà Petrarca. L’argilla viene messa a riposare in apposite vasche per “maturare” Un processo che dura almeno 60 giorni e consente la proliferazione di quei microrganismi e componenti che ne rappresentano il fondamentale principio di ricchezza.
Nel comune di Galzignano si trovano alcuni degli hotel più di lusso dell’intero comprensorio delle terme Euganee, campi da golf e numerosi monumenti e luoghi d’interesse da visitare. Il centro termale di Galzignano è costituito da quattro hotel a 4 stelle, dove ogni hotel rappresenta uno stabilimento termale, un campo da golf, un Revital Center e SPA, sei piscine di acqua termale coperte e scoperte. A Galzignano la piscina più profonda d’Italia e la terza nel mondo, è ad acqua termale si chiama Y40 e supera la profondità di 42 metri.

Le Terme di Lazise

Lazise

Per chi vuole trascorrere una vacanza o un week end di relax al Lago di Garda e beneficiare di bagni termali, a Colà di Lazise si trova Villa dei Cedri, un parco termale immerso nella natura. Una SPA naturale di 13 ettari immersa tra piante rare e alberi secolari dove sgorga una sorgente termale che forma due laghi con temperature differenziate, idromassaggi e fontane. Nel lago principale la temperatura dell’acqua termale viene mantenuta intorno ai 33-34°C. Nel lago piccolo, invece, la temperatura è attorno ai 30°C.

Montegrotto Terme

La località termale di Montegrotto si trova in provincia di Padova, fa parte del comprensorio del Parco delle Terme Euganee ed è limitrofa ad Abano Terme, di cui condivide le caratteristiche ed i benefici dell’acqua termale. I numerosi hotel sono provvisti di un centro termale interno, specializzato in fangoterapia e trattamenti inalatori.
Montegrotto si trova ai piedi dei colli Euganei lle colline ed è particolarmente adatta per chi vuole fare delle escursioni, scegliendo tra diverse strade panoramiche e gli oltre 20 sentieri attrezzati che ne risalgono i versanti.
A Montegrotto si trova un’area archeologica dove sono emerse interessanti tracce di una estesa struttura termale risalente al primo secolo dopo Cristo, provvista di antiche vasche, condotte per l’acqua termale, un acquedotto e di un teatro.

Recoaro Terme

Recoaro Terme

Recoaro si trova in Veneto, in provincia di Vicenza, collocata sul fondo di una valle, detta Conca di Smeraldo, a 400/500 metri di altezza, ai piedi delle Piccole Dolomiti.
E’ famosa in tutta Italia e nel mondo come centro di eccellenza per le cure idropiniche, che sfruttano le potenzialità curative e depurative delle acque termali utilizzate sotto forma di bevanda.
Le acque benefiche di Recoaro vengono anche utilizzate per trattamenti curativi come inalazioni, balneoterapia, fangoterapia e trattamenti fisioterapici.
La principale attrazione di Recoaro Terme è l’ambiente naturale in cui si trova, che fa parte del comprensorio delle Piccole Dolomiti ed è ideale per la pratica di numerose attività di svago e sportive.

Le terme di Pescantina

Sono anche dette le Terme di Verona. Si trovano immerse nelle colline del comprensorio vitivinicolo della Valpolicella, a una quindicina di chilometri dalla città scaligera e a meno di dieci chilometri dal Lago di Garda

E’ il luogo adatto per chi vuole unire i benefici dei trattamenti termali a visite culturali alle città d’arte e fare escursioni al lago o esperienze enogastronomiche di alto livello.
Le Terme di Verona sono famose soprattutto come meta termale di svago, con 5.200 mq di piscina termale che viene utilizzata sia per la balneoterapia che per rilassarsi semplicemente nel piacere dell’acqua calda a 47°, con l’abbinamento di getti idromassaggio e musico-cromoterapia.

le Terme di Pescantina Aquardens sono anche un centro di eccellenza per l’idrokinesiterapia, molto frequentato da sportivi, professionisti e non, per contrastare i problemi che insorgono a seguito dell’attività atletica.

Buona vacanza alle terme in Veneto!

Stampa