Tour di Cuba, tra i patrimoni dell’UNESCO

Un viaggio nell’isola più grande a separazione tra le due Americhe che sta rifiorendo ed aprendosi ad un turismo più esteso. Architettura e storia ma anche natura e paesaggio.

Stampa

Una visita alternativa nell’isola custodita tra le due Americhe, sempre molto contrastata a causa della sua condizione di stato con embargo americano. Un tour di Cuba tra i patrimoni dell’UNESCO per essere scoperta non solo per le sue spiagge, ma sotto una luce orientata alla storia, all’architettura ed anche alle biodiversità.

“Old Havana”
Il centro storico de L’Avana o anche Havana Vieja è un luogo dove potersi perdere, magari girando con un’auto d’epoca e vedere edifici imponenti in stile neoclassico o barocco. Strade e locali dove potersi fermare per una bevuta ed ascoltare il passato, il presente ed il futura grazie alle chiacchiere con gli anziani e gli altri avventori. Per sentirsi un po’ “contro corrente” come il grande scrittore “Ernest Hemingway“.

“Trinidad e la Valle de los Ingenios”
La canna da zucchero e la sua lavorazioneè sempre stata un prodotto fondamentale per Cuba. Nella zona al centro Sud dell’isola, in questa valle, si possono ancora ritrovare le rovine dei vecchi zuccherifici che furono strategici per quasi tutto il XIX secolo, poi abbandonati. Trinidad, snodo principale del commercio di zucchero, fondata nel XVI secolo è rimasta una cittadina estremamente vivace e attiva, la sua conformazione è prettamente coloniale e imponente.

“Vinales Valley”
Luogo all’estremo ovest, raccoglie piccoli villaggi e coltivazioni di tabacco. Quest’ultimo è stato e lo è ancora la principale produzione dello stato. In queste zone è così facile, durante il raccolto, trovare cumuli enormi di foglie che verranno successivamente lavorate.

“Il castello di San Pedro de la Roca”
E’ una fortezza situata a Santiago de Cuba, grande esempio di architettura militare spagnola-americana. Molto ben conservata, ha all’interno un piccolo museo sulla storia dell’isola e dalle sue mure si gode di uno dei più bei panorami della zona.

“Cienfuegos”
Cittadina che conobbe grande fasto durante il periodo di sviluppo di produzione dello zucchero, è però rimasta una delle cittadine più interessanti da visitare per la sua architettura coloniale, ma agli edifici bianchi si associano i tipici colori vivaci dei Caraibi.

“Ciénaga de Zapata Mational Park”
In valutazione da parte dell’Unesco come parco di tutela della biosfera, è una zona particolarmente ricca di flora e fauna di diverse specie. Molto simile alle “Everglades della Florida” per la sua caratteristica paludosa e zona molto umida, ha al suo interno 30 tipi di rettili, oltre 170 varietà di uccelli a cui si aggiungono fenicotteri, coccodrilli ed anche cinghiali.

Stampa