7 mete poco conosciute da riscoprire in vacanza

Siete alla ricerca di una meta per il vostro viaggio che non sia affollata?
Una ricerca di Avis trova i luoghi non ancora contaminati dai turisti. Da scegliere quando tutto è pieno.

Stampa

Non sono mete turistiche per le vacanze trovate con facilità sul web, contaminati dagli hashtag di Facebook e Instagram, come Ibiza, Formentera, le Isole Eolie e gli Stati Uniti. Ma allo stesso modo hanno il loro fascino. Per molti, forse, anche di più: fuori dalla folla dei vacanzieri, a poche miglia dai principali aeroporti (raggiungibili con voli low cost e auto) intenzionati a salvaguardare la propria bellezza senza alcun tipo di pubblicità forsennata di blogger e visitatori. L’affluenza qui infatti rimane costante pur non diventando dei trend sulla rete a colpi di foto e condivisioni. E vi garantiamo che sono posti incantevoli dall’acqua cristallina e cibo da sogno.

Eccone alcuni da una ricerca ad opera di Avis, utili magari per questa estate quando si rimarrà a corto di tempo e di idee. Ci si può organizzare anche last minute, senza alcun rischio di rimanere a “terra”.

 

Siracusa – Sicilia

Partendo dall’Italia, c’è Siracusa, una vivace cittadina sulla costa sud-est della Sicilia, una delle più grandi antiche città Greche, anche più grande di Atene e Corinzio. A due ore e mezza di guida da Palermo (volo low cost), è famosa per essere stata la città di nascita del matematico Archimede e per traboccare di resti del passato.

Il più impressionante tra questi è il Teatro Greco. Datato V° secolo A.C., le sue 59 file potevano accogliere più di 15.000 spettatori ed è ancora usato per il festival del Teatro Greco che si tiene ogni anno da metà maggio a fine giugno.

Siracusa, con le sue stradine medievali che scendono verso il mare azzurro cui fanno capolino vivaci caffè e splendide piazze barocche, è una cittadina incantevole. Appena oltre il crinale tra gli agrumeti profumati troverete vecchie cave di pietra e un anfiteatro romano, costruito nel III° Secolo A.C.: 140m di lunghezza lo rendono uno dei più grandi al mondo, utilizzato per guardare i gladiatori e gli animali selvatici in spaventosi spettacoli di violenza.

 

Tivoli – Lazio

Se invece che al sud, si vuole puntare al centro Italia, c’è Tivoli, città termale, a pochi km da Roma: anch’essa è ricca di storia, tradizione e splendide Ville Romane, due delle quali patrimonio mondiale dell’Unesco e fonte di gran parte del travertino utilizzato per costruire i monumenti della Capitale. Il cibo, secondo tradizione, sono piatti legati alla cultura contadina, dal sapore vero a km 0.

 

Pigra e Bergamo – Lombardia

Per dirigersi al nord, invece, con un volo su Milano (ma anche treno, o pullman) bastano poi 50 km di distanza per arrivare a Pigra, dove una funivia conduce alla migliore vista panoramica del lago di Como. Altri 15 km poi e ci si rilassa sulle rive, per un week-end da sogno, tra sole ristoranti gourmet, concerti e intrattenimenti.

Se volete rimanere in tema, potete comunque atterrare anche in Lombardia. C’è Orio al Serio (voli low cost) che con qualche km in auto dall’aerostazione permette poi di arrivare agevolmente a Bergamo, e conoscere la storia medievale della cittadella più suggestiva così piena di architettura storica e tesori artistici.

 

Vernazza – Liguria

Se si punta alla Liguria, l’opzione, secondo Avis, è quella di fare un giro tra le case colorate di Vernazza, probabilmente il più suggestivo dei borghi delle cinque terre.

 

Alcúdia old town – Spagna

Fuori l’Italia, situata nella costa nord-est di Maiorca, a due ore di guida da Palma, consigliamo invece Alcúdia old town, quanto di più lontano possa esserci dalle località turistiche affollate del sud. All’interno delle sue mura del XIV secolo – sulle quali puoi passeggiare circondando il villaggio – le vie sono strette e fiancheggiate dalle case risalenti del XIII secolo, ci sono piccoli negozi dove è possibile comprare souvenir e vestiti fatti a mano, e molti ristoranti e bistrot che servono cucina tradizionale.

Di sera le torri e le mura sono illuminate e diventa quasi doverosa la visita alla torre della vecchia campana e alla Chiesta di Sant Jaume. A nord della città inoltre c’è un’arena del XIX° secolo, mentre a due miglia la costa, alcune delle spiagge più belle: con 14 km Alcúdia è l’ideale per prendere il sole, nuotare e fare snorkeling.

 

Køge – Danimarca

Se opterete per una città europea sappiate che allo stesso modo potete andare in avanscoperta di luoghi inesplorati dai più, allungando il viaggio di qualche giorno. In Danimarca, la città-mercato di Køge si trova a soli 39 km da Copenaghen. Una delle maggiori attrazioni qui è l’architettura storica del suo centro. Tra le case a graticcio ben conservate, c’è la più antica del genere in Danimarca, costruita nel 1527.

Køge, inoltre, vanta il mercato principale più grande al di fuori di Copenaghen (con giorni di apertura il mercoledì e il sabato), oltre alla Cattedrale di San Nicolai, con il primo faro costruito nella storia del paese, e il Municipio di Køge (1552) il più antico della Danimarca ancora in servizio.

Merita inoltre una visita il Museo di Køge, situato in una ex casa mercantile, e prima di andare via, la Città in Miniatura di Kjøge, che con una riproduzione storicamente corretta della città del 1865, costruita in scala 1:10, mostra quanto in queste piccole incantevoli città, il tempo passi ma rimanga immutata la voglia di conservazione fuori dai veloci ritmi della modernità.

Stampa