Castiglione della Pescaia, una delle principali mete turistiche estive, deve la sua fama non solo alla bellezza del suo mare turchese, ma anche alla presenza di numerose strutture ricettive: ecco cosa vedere, cosa mangiare e dove dormire

Stampa

Castiglione della Pescaia è una deliziosa cittadina che si trova nella parte settentrionale della Maremma, quella meravigliosa parte di Toscana che si estende tra le province di Livorno e Grosseto, facilmente raggiungibile in auto per trascorrere un weekend di mare.

È una zona di grande interesse naturalistico, perché si vi si trovano dune selvagge, fitte pinete punteggiate dalle suggestive rovine di castelli, incantevoli baie, lunghe spiagge alternate a promontori rocciosi, ma anche testimonianze artistiche e storiche. Un microcosmo perfetto, dove convivono paesaggi diversi: collina, mare e montagna, che si fondono in un “unicum” affascinante e a tratti selvaggio.

Il piccolo borgo toscano è di origine romana e si trova lungo la Via Aurelia che lungo il mare arrivava allo sbocco del Lago Prile, rifugio sicuro per le flotte di oltre 2500 anni fa e conserva ancora numerose tracce del suo passato.
Ma è certamente il mare l’elemento che fa di Castiglione, più volte premiata con le 5 Vele di Legambiente, una destinazione gettonatissima nel periodo estivo; dal porto-canale che abbellisce il Comune al porto “utilizzato da importanti imbarcazioni per charter e itinerari nell’Arcipelago Toscano”, dalle lunghe spiagge al blu turchese delle acque.

Il colore vivido e la trasparenza delle acque hanno contribuito a soprannominare Castiglione “piccola Svizzera”, identificando un’oasi di pace e lidi attrezzatissimi. Si può scegliere tra la Spiaggia di Levante, la Spiaggia di Ponente, e Punta Ala.

 

Cosa vedere a Castiglione della Pescaia

Alcune rovine del nucleo originario sono tutt’ora visibili in Piazza, ma a catturare l’interesse del turista è soprattutto la villa romana delle Paduline (III secolo), lussuosa dimora con affreschi e mosaici sulle rive del fiume Bruna.

Sotto la protezione della repubblica di Pisa, a partire dal X secolo, Castiglione della Pescaia divenne un vivace centro ed è a quel periodo che risale la parte bassa della città, il borgo medievale che viene abbracciato dalle Mura Pisane, di cui sopravvive una porta, affettuosamente chiamata la Portaccia, e due torri.

Il Castello, fortezza medievale eretta sul punto più alto del promontorio e abbellito da mura rinascimentali, permette di godere di una vista spettacolare su tutta Castiglione della Pescaia e sulla Maremma circostante.

La città conserva, inoltre, altri rilevanti edifici e monumenti storici: la Casa Rossa Ximenes, di origine rinascimentale, il Palazzo del Pretorio, la Chiesa di Santa Maria del Giglio e la Chiesa di San Giovanni Battista.

 

Le riserve naturali nelle vicinanze

Chi, invece, alla spiaggia preferisce qualche camminata nel verde, può raggiungere alcune riserve naturali: il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, il Parco della Maremma e Diaccia Botrona, che conserva i resti di un’area lacustre antichissima e ormai bonificata, il Lago Prile.

Non solo, i dintorni di Castiglione della Pescaia sono ricchi di interessanti percorsi archeologici dedicati alle necropoli etrusche, con le cosiddette ‘tombe a circolo‘, che si rinvengono inaspettatamente nel territorio.

 

L’Arte a Castiglione

Oltre ai più classici musei “Vetulonia” e “Ximenes, la cittadina ospita un vero e proprio percorso-viaggio espositivo, dal nome “Il viaggio di ritorno”: si tratta di un parco d’arte realizzato dall’artista e bioarchitetto italiano Rodolfo Lacquaniti. Una passeggiata tra installazioni realizzate con materiali di recupero che si stagliano nell’ambiente naturale di particolare bellezza del Podere Il Leccio.

 

Le proposte enogastronomiche

Un territorio che ha molto da offrire anche in ambito enogastronomico, anche se tradizione culinaria maremmana è “fatta di piatti semplici e tradizionali realizzati con prodotti locali e stagionali di altissima qualità” che ben si accompagnano ad un buon bicchiere di Morellino di Scansano.

A Castiglione si mangia ovunque dell’ottimo pesce e della carne saporita, anche se il piatto più rappresentativo è l’acquacotta, una zuppa a base di verdure e uova, che era il piatto preferito dei butteri, i pastori che governavano le mandrie. Oggi questo piatto è cucinato con l’aggiunta di uova cotte in camicia con la zuppa stessa e di verdure.

 

Dove alloggiare e dove mangiare

L’Andana Hotel a Castiglione della Pescaia, è un resort di lusso dal fascino raffinato, composto da due corpi principali, la Villa e la Fattoria, uniti tra loro dal suggestivo Giardino d’Inverno che accoglie la lobby e la reception dell’hotel, uno spazio informale composto da ampie vetrate dalle quali scorgere l’incantevole paesaggio maremmano. Il décor degli interni, come le tinte scelte per gli arredi e per gli ambienti delle camere e suite, esprime l’anima profonda della terra toscana, fatta di colori caldi, semplicità ed unicità.

Il Baglioni Resort Cala del Porto, situato sull’elegante porto di Punta Ala, offre un panorama senza eguali: le sue terrazze si affacciano su una meravigliosa baia, nella quale troneggia l’Isola d’Elba, con lo sfondo della Corsica.

Il Golf Hotel Punta Ala è uno storico resort per gli amanti dello swing che sorge in un contesto naturalistico senza eguali, con la sua spiaggia, il Centro Benessere, il campo da Golf, e la Piscina. La Violina SPA del Golf Hotel Punta Ala offre vasche idromassaggio, percorso kneipp, cascata salina, docce a getto aromatizzate, sauna finlandese, bagno turco, vitarium e oasi meditative, oltre a trattamenti di bellezza e massaggi.

La Fortezza, ristorante nel centro storico di Castiglione, utilizza prodotti freschi locali con una chiara tracciabilità. Le cuoche lavorano con pasta fresca, specie i tortelli, sia di pesce che di carne, fatti in casa.

 

Stampa