Follina, il borgo antico e l’Abbazia Cistercense

Stampa

Suona un po’ come il nome di una piccola fata. Ed in effetti Follina – il Comune della Provincia di Treviso di poco meno di 4mila abitanti – assomiglia per  davvero ad un paese uscito da una favola antica.

Il piccolo borgo di Follina si trova in Veneto, a circa 40 km da Treviso, lungo la Strada del Prosecco ed attorniata dalle colline patrimonio UNESCO. Il suo comune è incluso nell’itinerario enogastronomico dei Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene ed il suo nome compare anche nell’elenco dei Borghi più Belli d’italia. 

Dopo averlo visitato, posso confermare che il borgo di Follina è una delle perle più belle del Veneto, incastonato com’è in un paesaggio naturalistico di rara bellezza e con tanta storia da raccontare dentro e tutto attorno. La meta ideale per l’itinerario di un week end di arte, cultura e natura, senza trascurare il fondamentale elemento enogastronomico!

L’antica tradizione della lavorazione della lana

Il borgo cittadino di Follina un tempo si trovava lungo l’antica via Claudia Augusta Altinate,  importante strada militare che dalle pianure del Po e dall’Adriatico portava fino al Danubio.
Oggi Follina conserva ancora le caratteristiche del piccolo borgo medioevale, con le sue stradine strette, le belle case affrescate, edifici di notevole pregio architettonico.
La fortuna del paese è legata ai torrenti da cui è circondata, che nei secoli hanno alimentato le ruote idrauliche di mulini, segherie, magli e, soprattutto, filatoi da seta e folli da panni.
Il borgo di Follina è per questo motivo legato ad una importante tradizione della lavorazione della lana, arte importata grazie ai frati del monastero.
Già nel Settecento si contavano 5 lanifici e 4 filande, tanto che Follina era annoverata tra le grandi realtà industriali in grado di produrre tessuti pregiati al pari dei prodotti inglesi ed olandesi.
Nel centro storico si trova ancora un pregevole palazzo – il Palazzo Barberis Rusca – ora in ristrutturazione, un tempo sede di un antico lanificio.

Follina Abbazia
Palazzo Barberis


Oggi l’importanza di Follina è legata principalmente alla storia della sua Abbazia, luogo di spiritualità e cultura, una struttura dall’alto valore simbolico che attira ogni anno migliaia di visitatori. 

L’Abbazia cistercense di Follina ed il suo chiostro

L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Follina, detta anche di Sanavalle, sorge sulle rovine di una precedente Abbazia benedettina del XII secolo. Da questa eredita la chiesa a croce latina con facciata orientata ad Ovest ed abside ad Est, gli elementi scultorei ricchi di significati simbolici, ed il meraviglioso chiostro risalente al 1268. 

All’interno della chiesa si possono ammirare opere d’arte di notevole interesse, tra cui un affresco di Francesco da Milano del 1527 raffigurante la Vergine col Bambino, un crocifisso ligneo di età barocca, un affresco raffigurante San Tommaso d’Aquino, attribuibile alla scuola di Tommaso da Modena (sec. XIV) e la venerata scultura in arenaria della Madonna del Sacro Calice, risalente al VI secolo, giunta qui probabilmente durante le crociate dalla lontana Nubia.

Follina Abbazia

Secondo la tradizione i benedettini avrebbero miracolosamente rinvenuto sul pianoro a sud est di Follina, la statua di pietra raffigurante la Madonna con Bambino, che era precedentemente scomparsa, e venne poi collocata in una nicchia al centro dell’altare maggiore, è ancora oggi venerata e meta di numerosi pellegrinaggi.

Il chiostro dell’Abbazia di Follina è qualcosa di veramente straordinario da visitare: a prima vista si rimane stupiti dalla bellezza delle prospettive create dalle colonne, che circondano un cortile perfettamente quadrato con al centro l’acqua, sorgente di vita, che diffonde simbolicamente la benedizione divina verso il creato. Queste ultime sono una diversa dall’altra e tutte rivestite da simboli. 

Le meravigliose colonne, realizzate in pietra arenaria locale, presentano lavorazioni di diverso tipo: semplici, binate, tortili, aggruppate, con motivi geometrici, specialmente fitomorfici. 

Il Palazzo Barberis Rusca

Il Palazzo Barberis si trova nella piazza antistante l’Abbazia ed è’ sicuramente l’edificio più importante dal punto di vista storico e architettonico, dopo il complesso religioso.Follina Abbazia

Palazzo Barberis

Edificato nel 1670  il Palazzo Barberis Rusca – di cui potete ammirare alcune immagini nella gallery –  è una elegante costruzione  che riporta le caratteristiche tipiche del del palazzo veneto con al centro una trifora e ai lati finestre ad arco in pietra con poggioli di colonnine sagomate. Nel cortile interno si può ammirare un incantevole porticato continuo ad archi su cui poggia un un loggiato continuo archivoltato e, al secondo piano un loggiato trabeato su colonnine tuscaniniche.
Prima del 600 in questo edificio si realizzavano i panni di lana e altri raffinati tessuti. Venne in seguito convertito in collegio e successivamente divenne un polo culturale.
Lo storico edificio, acquisito dal comune,  verrà prossimamente aperto al pubblico.

La Società di Mutuo Soccorso

L’edificio che riporta questa scritta in origine era la portineria del monastero. Un tempo il palazzetto era unito al Palazzo Barberis con un arco che chiudeva la piazza e che riportava nella parte superiore una meridiana del ‘500. Oggi sede della Società di Mutuo Soccorso e dell’ufficio informazioni turistiche.    

Cosa vedere nei pressi di Follina

Un week end a Follina permette di visitare i dintorno delle rinomate colline del Prosecco, ma anche attrazioni turistiche e naturalistiche tra cui il delizioso Molinetto della Croda, che dista pochi chilometri, e Castelbrando, un antico maniero trasformato in un elegante resort con all’interno ristorante-pizzeria, da cui si gode una splendida vista sulla vallata, raggiungibile per i non residenti dell’hotel solo con un  panoramico ascensore funicolare.

Orari di visita dell’Abbazia di Follina

L’Abbazia di Follina è visitabile tutti i giorni dalle ore 7:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:30 alle 19:00.

Per informazioni e visite guidate al complesso abbaziale?si possono contattare i padri dell’Abbazia al seguente numero: 0438 970231.

Per ulteriori informazioni sul Comune di Follina e sull’Abbazia visitare visitare il sito ufficiale https://www.comune.follina.tv.it/home.html 

Come arrivare a Follina

Follina è raggiungibile in auto percorrendo l’Autostrada A27 Veenzia-Belluno, uscendo a Vittorio Veneto nord in direzione Valdobbiadene.

In treno raggiungendo la stazione  ferroviaria di Vittorio Veneto, che dista ca. 15 km dal paese, servita da un collegamento attraverso autobus di linea extraurbana.

L’Aereoporto di Treviso dista 50 Km mentre quello di Venezia Marco Polo è a 70 km.

Stampa