Viaggio in Friuli tra i castelli di Strassoldo

Stampa

Una vacanza o semplicemente un week end in Friuli, precisamente a Cervignano, non potrà non considerare Strassoldo e i suoi due magnifici castelli. Rimasti pressochè intatti dal Medioevo ad oggi, conservano una magia unica, tutta da scoprire.

Per scoprire la bellezza senza tempo di Strassoldo bisogna un po’ perdersi dal mondo reale e varcare un confine che si trova in provincia di Udine, in Friuli. Strassoldo, nella realtà, è frazione del comune di Cervignano del Friuli ma se camminate per le sue vie ammirando quelle mura e quelle case millenarie capirete che siete approdati in una fiaba. Una fiaba vera, però, che si può toccare.

Anticamente – il nome comparve per la prima volta in documenti del 1190 – era conosciuto col nome tedesco di Strassolt. Era il nome della famiglia che deteneva il potere feudale su queste terre praticamente da sempre. I loro discendenti, ancora oggi, possiedono e gestiscono alcune proprietà del posto. Ed è in larga parte merito loro se noi, adesso, possiamo vivere questa mitica avventura culturale.

Strassoldo ieri e oggi

Del feudo di Strassoldo, in Friuli, abbiamo notizie certe dal 1190 in poi, ma i castelli e soprattutto la presenza della famiglia che porta lo stesso nome risalgono addirittura ad un secolo prima. Il potere degli Strassolt sul paese terminò nel XVI secolo quando la regione cadde sotto il dominio veneziano, prima,  austriaco e italiano poi. La famiglia però non abbandonò il paese ed ecco perché il cognome è ancora presente e così i discendenti diretti.

Oggi Strassoldo è solo un paesino rurale, tuttavia rivalutato di recente come uno dei “borghi più belli d’Italia”. Si trova quasi isolato da tutto a cavallo delle due sponde del fiume Taglio – il nucleo originario era su un’isola fluviale. Il villaggio di per sé è già un monumento a cielo aperto, perché si è conservato quasi intatto dal Medioevo. Ma è soprattutto la conservazione dei due magnifici castelli che lascia senza parole.

I castelli di Strassoldo

I monumenti principali di Strassoldo e del comune di Cervignano sono proprio i due castelli: Castello di Sopra e Castello di Sotto. I due manieri si sono sviluppati intorno a due antichissime torri difensive, già attive nell’anno 530. Hanno assunto man mano caratteristiche diverse che si evidenziano ancor di più oggi, al cospetto dei tanti turisti che vengono ad ammirarli.

Castello di Sopra si raggiunge attraverso Porta Cistigna, dopo una bella passeggiata per il borgo e dopo aver ammirato i giardini del Palazzo Signorile racchiusi tra due canali d’acqua. L’edificio sorge intorno alla più alta delle due antiche torri di Strassoldo che, seppure in parte demolita nel XIX secolo, resta ancora svettante con i suoi 12 metri. Al centro del complesso architettonico la vecchia cappella di San Nicola trasformata in chiesa nel XVIII secolo

Per accedere a Castello di Sotto invece si passa attraverso la Pusterla Settecentesca, uno splendido arco cuspidato che introduce alla corte rustica. Qui si trovano la chiesa di San Marco e i resti della seconda torre (il “mastio”) sopra il quale è costruito il corpo principale del maniero. La facciata di questo edificio ha perso un po’ l’impronta medievale essendo stata rimaneggiata con le caratteristiche di una villa signorile veneta.

Cosa vedere al Castello di Sopra

Gli interni del Castello di Strassoldo di Sopra sono eleganti esempi della vita nobiliare del tempo. Le stanze sono ricche di cimeli e ricordi di famiglia e sono strutturate “a cannocchiale”, come nelle tipiche fortezze. Da ammirare certamente: l’antica cucina friulana, al piano terra,  la Sala delle Guardie e la cantina.

Una splendida scalinata porta al piano superiore dove diverse sale eleganti abbelliscono gli appartamenti. La più bella è sicuramente la Sala degli Imperatori, con i ritratti degli imperatori romani. Tra gli arredi sono da ammirare le antiche stufe, i grandi camini e i bellissimi soffitti a cassettoni di legno. Il parco tutto intorno presenta ancora specie di piante – ad esempio le Magnolie – piantate nel XVIII secolo e curate da allora!

La chiesetta di San Nicola è il cuore del castello. Inizialmente dedicata alla Madonna, risale probabilmente al X secolo ebbene fu restaurata diverse volte. Attualmente di ammira l’edificio realizzato nel 1736, restaurato per intero nel 1977.

Cosa vedere al Castello di Sotto

Anche il Castello di Strassoldo di Sotto sfoggia un piano terra arricchito da una antica cucina, che ha conservato pienamente la struttura medievale, e da una sala delle guardie. Quest’ultima è l’ambiente più interessante da vedere: arredi semplici, pavimenti in mattoni, tetto ligneo sostenuto da colonne di pietra e feritoie alle pareti. Nelle camere vanno osservati gli arredi e soprattutto i dipinti del tardo Cinquecento.

Il parco del Castello di Sotto è tra i giardini più belli del Friuli! Non solo per la ricchezza di piante e per il disegno – tipico giardino all’italiana d’altri tempi – ma anche per le attrazioni legate all’acqua. Fontane, piccole piscine, canali, addirittura delle “peschiere” con ponticelli e statue rendono questa oasi verde un monumento come pochi. Interessante l’isola rettangolare artificiale creata alla fine della proprietà.

La chiesina di San Marco ha una interessante forma architettonica che denota il suo riadattamento a una precedente costruzione. Quasi sicuramente si trattava di una antica torre scudata.

Informazioni utili sui castelli di Strassoldo

Per visitare i castelli: è sempre meglio la prenotazione per gruppi, possibilmente da 20 persone in su. Ogni 20 ingressi, uno è gratuito. Il prezzo a persona è di 9 Euro. I gruppi possono essere formati anche da meno di 20 persone, ma in quel caso il prezzo a persona salirà.

I castelli aprono anche al pubblico, con ingressi individuali o per famiglie, nell’ambito di due soli eventi annuali: Fiori, Acque e Castelli – ogni primavera, nel fine settimana della Domenica delle Palme; Frutti, Acque e Castelli – in autunno, il penultimo weekend di ottobre. In queste occasioni il prezzo a persona è più alto, ma sono previste riduzioni per bambini e gruppi (per informazioni più precise, contattare info@castellodistrassoldo.it ).

Come arrivare: in auto si possono seguire le autostrade A23 fino all’intersezione con la A4, direzione Trieste, uscita Palmanova; autostrada A4 diretta, per chi arriva da Venezia o Trieste, con uscita Palmanova. Seguire le indicazioni per Cervignano del Friuli. In treno, si scende alla stazione di Cervignano. Gli aeroporti più vicini sono Ronchi dei Legionari e Venezia.

Contatti: www.castellodistrassoldo.it – email at: info@castellodistrassoldo.it ; Facebook: Castello di Strassoldo di Sopra, oppure Castelli Aperti a Strassoldo. Telefono: 328 7956140.

SI RINGRAZIA PER LE PREZIOSE INFORMAZIONI E PER ALCUNE FOTO: la signora Gabriella Williams di Strassoldo  – www.castellodistrassoldo.it 

Stampa