Germania: cosa vedere in questa terra di tradizioni e usanze

Guida alla scoperta della Germania, un Paese ricco di fascino che conquista con le scenografie offerte da un panorama unico, la conservazione delle tradizioni antiche e uno sguardo attento verso il futuro!

Stampa

Germania, un Paese tra modernità e tradizione, una terra ricca di fascino che guarda al futuro, senza perdere i legami con il passato. Sono molte le tradizioni che vengono messe in risalto nel Paese: dall’artigianato alle specialità gastronomiche, dai mercatini alle feste vivaci e colorate.

LE SCOPERTE DELLA GERMANIA

Stoccarda è la principale testimonianza di quanto lo stato sia fondamentalmente un Paese di inventori, a cominciare dal settore automobilistico. Le tracce dell’importanza della Germania per le quattro ruote si possono ritrovare al museo della Mercedes e al museo della Porsche. Ma non è tutto qui. Al nord viene messa in risalto la tradizione marinara, con l’Hanse Sail di Rostock e i cantieri di Papenberg. Non vanno poi dimenticate le altre invenzioni tedesche: il primo tram elettrico, il giradischi e il thermos.

LA TIPICITA’ DELLA GERMANIA

I souvenir più tipici vengono dalla Foresta Nera: gli orologi a cucù sono pezzi unici e inimitabili, si possono scegliere le miniature o i grandi orologi che danno spettacolo con le figure animate e le scenografie campestri.

In alcune regioni si indossano ancora costumi tradizionali, specialmente in occasioni speciali. In Baviera ci sono il Dirndl per le donne e i Lederhosen per gli uomini, mentre nelle regioni costiere del Nord qualcuno indossa ancora le classiche camicie da marinaio a righe bianche e il berretto blu da lupo di mare.

LE ZONE DA VISITARE DELLA GERMANIA

Baviera: la regione più grande della Germania. La sua bellezza è resa unica dai suoi paesaggi dominati dal Danubio, dai castelli da fiaba, dalle grandi città industriali, dalla capitale Monaco di Baviera, le storiche Norimberga e Augusta, ma anche le splendide cittadine come Bamberga, Ratisbona e Wurzburg, le sue antiche e panoramiche strade Romantische-Strasse e Deutsche-Alpenstrasse.

Baden Wurttemberg: si trova a sud ovest della Germania e fino al 1952 era diviso in tre stati controllati dagli alleati. Oggi il land tedesco è uno dei cosiddetti “quattro motori dell’Europa” per la sua eccellente economia, dovuta alla presenza di aziende medio piccole ma molto innovative. Il Baden-Württemberg è anche una terra ricca di antiche tradizioni e leggende, soprattutto riguardo la regione della Foresta Nera. La capitale dello stato è Stoccarda e tra le sue città principali ci sono Heidelberg, Karlsruhe e Friburgo.

Germania Ovest: le città dell’Ovest della Germania hanno saputo rinascere e rinnovarsi, in seguito alla Seconda Guerra Mondiale. Ad esempio Francoforte sul Meno, il capoluogo dell’Assia e la capitale economica della Germania, simbolo di modernità e progresso, ma che non rinnega le proprie tradizioni medievali. Fortunatamente alcune città, come Wiesbaden e Marburg, sono state risparmiate dai bombardamenti e i loro monumenti e le loro caratteristiche case a graticcio rimangono una piacevole testimonianza del glorioso passato.

Decisamente più bucolica la Renania-Palatinato, ricca di valli coltivate a vigneti che producono degli ottimi vini fruttati rinomati in tutto il mondo. Impossibile resistere alla bellezza della valle del Reno, uno degli itinerari più belli della Germania, un susseguirsi di affascinanti paesaggi tra Magonza e Coblenza, oppure alla suggestiva valle della Mosella, tra Coblenza e la storica cittadina di Treviri, e infine, alla Deutsche Weinstrasse, la strada tedesca dei vini, da Worms fino alla frontiera francese.

Germania dell’Est: una terra dalla storia ricca di passione e di arte. La Turingia è una regione amatissima dai grandi della letteratura, della filosofia, della musica e dell’arte, come Goethe, Schiller, Lutero, Bach, Wagner e gli artisti del Bauhaus che hanno lasciato un segno indelebile nelle città dove hanno vissuto. E poi la grande Sassonia, con le sue belle città come la rinascimentale Dresda e l’intellettuale Lipsia, tutta da scoprire magari con un battello a vapore seguendo l’armoniosa valle del fiume Elba. Il 9 novembre 1989, con la caduta del Muro di Berlino, la Repubblica Democratica dell’Est e la Repubblica Federale Tedesca si riunisco, Berlino e il Brandeburgo rimangono le testimonianze delle passate occupazioni, delle passate ideologie, delle passate culture. La Berlino capitale della Germania unificata vanta oltre 170 musei, 300 gallerie, 150 teatri e una dinamicità artistica e culturale in continua evoluzione. La regione del Brandeburgo è ricca di elementi del suo passato, di città medievali, di cattedrali gotiche e castelli rococò, come quello di Sanssouci a Potsdam.

Germania del nord: terra incantevole, ricca di storia e a volte selvaggia, piena di foreste, di bei laghi e bagnata dalle fredde acque del mar Baltico e del mar del Nord. Il Meclemburgo-Pomerania è un Land dell’ex Germania dell’Est, le sue città, come Wismar e Rostock, si stanno aprendo al turismo pur mantenendo il loro fascino di un tempo. La penisola Schleswig-Holstein regala città splendide come Lubecca, dal centro storico dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco e dalle spiagge di sabbia bianca. La città-stato di Amburgo, invece, è uno storico porto europeo, tutto da scoprire e da vivere.

La Bassa Sassonia, Niedersachsen, è situata nella parte nord-occidentale della Germania ed è il secondo stato tedesco per superficie.La regione prende il nome dai Sassoni e nelle aree più periferiche si può ancora sentir parlare il basso sassone. All’interno della Bassa Sassonia si trova lo Stato di Brema e, a nord, il fiume Elba segna il confine con la città-stato di Amburgo. La Bassa Sassonia è un’area molto sviluppata e molte sono le attività industriali presenti, per esempio a Wolfsburg si trovano la sede e gli stabilimenti della Volkswagen. Tra le maggiori località da visitare ci sono anche la capitale Hannover e meravigliose cittadine come Celle e Luneburg.

Stampa