Itinerario a La Réunion, isola gioiello francese nell’Oceano Indiano

Stampa

La Réunion è un’isola gioiello situata nell’Oceano Indiano, un vero e proprio paradiso per escursionisti e surfisti tutta da scoprire.

Île de la Réunion, o più semplicemente l’Isola di Réunion, è un vero e proprio gioiellino francese, circondato dalle acque dell’Oceano Indiano.
Si tratta di un meraviglioso paradiso naturale tutto da esplorare, appartenente all’arcipelago delle Mascarene così come la più nota Mauritius.

Si tratta di un regione d’oltremare francese con capoluogo Saint Denis, il punto ideale da cui far partire il proprio itinerario sull’isola.
Una meta adatta a qualsiasi tipo di vacanza, che coinvolge con i suoi colori e i suoi sapori, in un crogiolo di influenze e culture diverse che ne hanno reso l’atmosfera così particolare e affascinante.

Itinerario a La Réunion

La città di Saint Denis è situata all’estremità nord-occidentale e si trova vicino all’aeroporto internazionale di Réunion-Roland-Garros, in cui si atterra e da cui si riparte.
Le principali cose da vedere sono la cattedrale cattolica di San Dionigi, del XIX secolo e nominata monumento storico francese e la moschea Noor-e-Islam che, essendo stata costruita nel 1905, è stata identificata come la più antica moschea della Francia.
Da non perdere anche la Brasseries de Bourbon, industria celebre per la produzione della birra Bourbon, altrimenti detta Dodo.
L’azienda risale al 1962 è fu fondata da imprenditori locali; attualmente, pur facendo parte del gruppo internazionale Heineken, essa continua a sostenere lo sviluppo culturale e sociale dell’isola.

Continuando verso ovest, si incontrano le città di Le Port e quella di Saint Paul, entrambe molto affascinanti in quanto avvolte nel mistero per secoli, tra leggende di tesori e pirati, forzieri nascosti e contrabbando.
Tappa successiva potrebbe poi essere la bella Saint Louis, dalla quale accedere alla regione centrale dell’isola, caratterizzata da un paesaggio prevalentemente montuoso.
Il Piton des Neiges , con i suoi 3.000 e oltre metri di altitudine, è la vetta più alta di La Réunion e, insieme alle altre montagne centrali, costituisce una  barriera naturale che protegge la costa occidentale dai venti alisei che soffiano da est a ovest: ecco perchè questo tratto di territorio è proprio quello in cui si è maggiormente sviluppata l’attività balneare.

La Réunion è inoltre un’isola molto amata dagli escursionisti.
Il  Piton de la Fournaise è un vulcano attivo, alto circa 2.600 metri, meta prediletta dagli scalatori che, attraverso sentieri ben definiti vi giungono in cima per ammirare il paesaggio dall’alto.
Molto intrigante è anche la foreste di Bebour-Belouve, con il canyon di Takamaka, perfetto per il rafting.

Sulla costa sud si incontra la città di Saint Pierre, destinazione scelta dei surfisti e dagli amanti degli sport acquatici, nonché quel tratto di costa chiamato Sud Sauvage, dove si praticano windsurf e kitesurf e da dove partono molte escursioni di whale watching, per ammirare il panorama da una prospettiva diversa e le evoluzioni delle balene nel loro ambiente naturale.

Stampa