Pieter Bruegel: visitare il Belgio per conoscere l’arte fiamminga

A dal 01.01.2019 al 31.12.2019

Il 2019 è l’anno in cui il Belgio, terra del maestro fiammingo Bruegel, organizza una serie di eventi e mostre a lui dedicate (e tutta l’arte fiamminga)

Stampa

Pieter Bruegel Il Vecchio ha raccontato le Fiandre con un’armonia perfetta tra umanità, natura e grottesco. Al 450esimo anniversario della sua scomparsa, la sua terra, il Belgio, ha deciso di omaggiarlo con mostre, mappe interattive, percorsi in città e persino una livrea di un aereo di linea dedicata al maestro fiammingo.

Appuntamenti

Prints in the age of Brugel Bozar , 27 febbraio – 23 giugno 2019
Un’esposizione dedicata principalmente all’importanza ai tempi di Bruegel e degli artisti a lui contemporanei della xilografia e le incisioni; e tutta l’arte grafica del Paesi Bassi meridionali.

Feast of Fools:Bruegel rediscovered al Castello Gaasbeek, 6 aprile – 28 luglio 2019
La mostra si svolge all’interno del castello e nei giardini, con tele di artisti provenienti da terra belga ma di fama internazionale. La pittura del maestro fiammingo sarà oggetto di attenzione anche da parte di 10 artisti contemporanei chiamati a reinterpretare le opere i Bruegel.

Bruegel’s eye: Reconstructing the landscape, 6 aprile – 31 ottobre 2019
E’ una mostra sviluppata come percorso, da fare in bici o a piedi, tra le strade belge, che ha inizio e fine in due edifici importanti per la pittura di Brugel: la chiesa di Sant’Anna-Pede (La Parabola dei ciechi) e il Mulino di San Gertrude Pede (La Gazza sulla Forca e I Cacciatori nella neve).

Offerta permanente

Museo Reale di Belle Arti del Belgio di Bruxelles, vi sarà la collezione permanente del lavoro dell’artista, con alcuni dei suoi principali capolavori come La caduta di Icaro. Parallelamente sarà affiancato al progetto Bruegel, Unseen Masterpiece, che consiste in una mostra virtuale in collaborazione con il Google Cultural Institute:  il visitatore ha la possibilità osservare i dettagli delle opere di Bruegel grazie ai 9 schermi dell’installazione. Inoltre ci sarà una Bruegel Box , grazie alla quale i capolavori del maestro fiammingo saranno proiettati su di una parete.

Brugel Walk, da febbraio 2019, darà la possibilità a turisti e non solo, di immergersi per le strade di Bruxelles, seguendo una mappa che conduce ai luoghi importante della vita e del lavoro di Bruegel. Sempre per le strade della città da aprile 2019 vi sarà un dipinto murale affiancato da murales di dimensioni minori, sempre ispirati al maestro fiammingo.

Al Museo Mayer van den Bergh dopo anni di assenza, dovuto ad un restauro importante, torna ad essere la punta di diamante del museo il famoso dipinto Dulle Griet.

 

 

Per ulteriori informazioni e per la mappa di tutti i siti e le mostre consultare https://www.visitflanders.com

Stampa