Medellin, città caotica e rumorosa, è la città in cui è nato il famoso artista Botero. Un luogo intriso di cultura e tradizione colombiana, con un clima eccezionale durante tutto l’anno!

Stampa

Quasi due milioni e mezzo di persone abitano Medellin, la città dell’eterna primavera in Colombia nonché luogo natio del celebre pittore Fernando Botero.
Una meta da non perdere durante un tour del Paese, così interessante e all’avanguardia da essersi meritata, nel 2013, il titolo di città più innovativa del mondo.

A rendere tanto piacevole Medellin è senz’altro anche il suo clima, eccezionale durate tutto il corso dell’anno, in quanto inserita nella meravigliosa cornice della vallata di Aburra.
Raggiungerla è semplicissimo, grazie ai voli che la collegano all’Europa e agli Stati Uniti, atterrando al Jose Cordoba Internation Airport, distante appena 40 minuti dal centro cittadino.

Un ottimo consiglio per visitare Medellin, è quello di cominciare dandole uno sguardo dall’alto, partecipando ad un emozionante tour in metrocable.
In pochi minuti, attraverso la cabinovia, si raggiunge la Comuna Popular, la zona periferica della città, letteralmente abbarbicata sul versante della collina.
La vista dal Barrio Santo Domingo è davvero mozzafiato!

Impensabile poi non perdersi tra le viuzze della downtown, il centro di Medellin, caotico e rumoroso, affollato, coloratissimo e sicuramente molto caratteristico.
Per strada, una quantità smisurata di venditori ambulanti presso cui è possibile acquistare di tutto, magari azzardando un assaggio di tipico street food.
Qui si trova anche Plaza Botero la quale ospita ben 23 scultore di bronzo dell’artista colombiano.
Altre sue opere si trovano nel Museo di Antioquia, adiacente alla piazza, insieme a quelle di molti altri scultori e pittori del Paese.

Alla sera, poi, ad accendersi è la Zona Rosa, il cuore della nightlife di Medellin.
Essa si trova a Parque Lleras, nell’affascinante Poblado (letteralmente il “Villaggio”).
Esso, nel 1616, fu il primo insediamento spagnolo nella Valle de Aburrà mentre oggi è  il cuore economico della città, tanto da essere conosciuto con l’epiteto di “Mela d’Oro”.
Si tratta del quartiere in cui vive la classe più benestante di Medellin, con viali alberati, eleganti edifici ma anche tanti ristoranti in cui cenare e trascorrere la serata.

Un consiglio: per chi ha la possibilità, un ottimo periodo per visitare Medellin è agosto, quando si festeggia la Feria de las Flores (Fiera dei Fiori).
Si tratta di un’occasione unica per tuffarsi a capofitto nella cultura colombiana, nelle sue tradizioni e  vivere insieme ai locali una delle feste più importanti della regione.
La prima Feria fu celebrata nel ’57 e da allora si ripete ogni anno, riversando per le strade della città musica, colori, tante persone e, ovviamente, fiori!
In tale occasione è possibile assistere alla sfilata dei campesinos che portano sedie decorate sulla schiena, concorrendo a chi ha realizzato la più bella.

Stampa