fbpx

Visitare il Perù: i siti naturalistici UNESCO

Stampa

Il Perù, culla di grandi civiltù ma anche di immensi patrimoni naturali che offrono una varietà incredibile di flora e di fauna unica al mondo

Il Perù, terra delle più antiche civiltà offre ai suoi visitatori non solo un immenso ed importantissimo patrimonio culturale ma anche, con l’ultimo ingresso, cinque riserve della biosfera tutelate dall’UNESCO dove la natura è la regina. Queste zone naturalistiche mantengono intatte caratteristiche e meccanismi naturali fondamentali per l’ambiente: deserti, montagne e foreste che conservano il 70% del patrimonio della biodiversità mondiale.

Parco Nazionale del Huascarán
Questo parco si colloca nella più alta catena montuosa tropicale del mondo, la Cordillera Blanca ed include ben 27 vette oltre i 6.000m, la più alta è il Nevado Huascarán con ben 6.768m. Luogo molto selvaggio e aspro, con canyon e gole dove scendono torrenti che creano anche piccoli laghi, a stupire è la fauna che ben si colloca nelle foreste estremamente rigogliose: esemplari di puma, di orso dagli occhiali e poi il condor delle Ande e il colibrì gigante.

Parco Nazionale del Manu
Grande ed imponente questo parco racchiude una grande varietà per la sua distribuzione a diverse altitudini, dai 150 ai 4200m sul livello del mare. Nella foresta tropicale il numero di uccelli e animali rari registrati è altissimo (circa 850): lontre, armadilli, giaguari, l’ornitorinco e anche il caimano nero. All’interno del territorio esistono anche piccole tribù che continuano nella tradizione di vita semplice sia escludendosi dal mondo moderno sia mantenendo alcuni contatti.

Riserva della biosfera del Noroeste
Suddivisa in quattro aree nella zona del Tumbes e di Piura, le due maggiormente rinomate per una visita sono il Parque Nacional Cerros de Amotape e del Santuario Nacional los Manglares de Tumbes con ampi boschi di mangrovie e con la presenza di moltissimi invertebrati acquatici e di alcuni animali in via di estinzione come il coccodrillo americano. Invece nella zona di terra ferma sono presenti giaguari, condor, formichieri e anche cervi. Per gli amanti della flora tantissimi sono gli esemplari di orchidee.

Riserva della biosfera Oxapampa – Asháninka – Yanesha
E’ considerata probabilmente la più bella ed è situata nella zona del Pasco tra le Ande e l’Amazzonia. Questa sua collocazione la rende particolarmente complessa ed interessante per la varietà di climi e di ecosistemi presenti. Dalle zone desertiche e steppose alle aree verdi e rigogliose. La fauna presente include anfibi e rettili ma anche il giaguaro e l’aquila arpia, il più grande predatore della zona.

Riserva della biosfera del Gran Pajatén
Ultima per creazione in cui la sua particolarità sta nell’intreccio tra la natura e l’archeologia. Copre ben otto province e la zona centrale è il Parco Nazionale del Rio Abiseo in cui si trovano i resti della cultura Chachapoyas con il sito archeologico di Gran Pajatén che compete con Machu Picchu. Un insieme davvero unico dove uomo e natura hanno convissuto e ancora oggi convivono.

Per ulteriori informazioni | www.peru.travel/it

Stampa