fbpx

Capri Palace Hotel, un soggiorno tra arte e design

Stampa

Già dimora estiva del jet set mondiale negli anni ’60 e tuttora glamour, Capri rievoca il culto della Dolce Vita, smorzato e privo di ogni eccesso, reinterpretando il lusso con discrezione.

Splendidi paesaggi naturali, scorci mozzafiato, hotel esclusivi, e griffate boutique fanno da cornice alla bellissima isola del Golfo di Napoli, meta di un turismo esigente e raffinato. Operativo anche nel periodo di forzato lockdown, il Capri Palace Hotel, cinque stelle lusso amato dai vip, è un autentico gioiello artistico.

Emblema di una Capri che rivendica a buon diritto la sua intramontabile “allure”, il Palace offre interni luminosi – tra bianche colonne di marmo, archi e volte, lo spazio si amplifica, regalando indite prospettive –, 68 eleganti camere e suite (di cui 9 con piscina privata), una Spa tra le più rinomate d’Europa per i trattamenti all’avanguardia, e tre ristoranti (due stellati). 

Una perfetta combinazione di arte e design

Immaginare la bellezza è una cosa, viverla e toccarla con mano, predispone all’armonia. Capri Palace Hotel riassume ogni estetica, da quella mediterranea (bianco e azzurro i colori dominanti) a quella contemporanea, sintesi di arte e design. Fondatore dell’hotel, il visionario Tonino Cacace, ha rivoluzionato il concetto di ospitalità. Gli spazi comuni e le camere sono stati trasformati in appaganti luoghi “sensoriali”. Le camere, inoltre, sono impreziosite da opere di surrealisti (Mirò e Magritte), pezzi di De Chirico e omaggi alla pop art (Keith Haring, Warhol). 

L’hotel in stagione piena ha uno staff di 240 persone, 60 in inverno. Si trova ad Anacapri, la zona più esclusiva, ma anche la più riservata dell’isola.

La nostra clientela è abbastanza internazionale – spiega Marita Rivas, Director of Sales & Marketing del Palacema una buona fetta del mercato è costituita dagli italiani, assidui frequentatori della “Scuola delle gambe”, un metodo unico per bandire la cellulite e riattivare la circolazione”. 

La proposta gastronomica

La proposta gastronomica del ristorante L’Olivo (due stelle Michelin) – cristalleria di Murano, tessuti Loro Piana, arredi rivestiti di lino – e del panoramico Il Riccio (una stella) valorizza le eccellenze del territorio, coniugando la gettonatissima dieta mediterranea con interpretazioni più azzardate, Ragù bistrot omaggia i gusti semplici e veraci della tradizione napoletana (pizze con forno a legna, ravioli alla caprese). Tutte le attività di ristorazione sono sotto la supervisione dello chef Andrea Migliaccio e del f&b manager Fabio Raucci

Come raggiungere Capri

Hub internazionale di Napoli Capodichino. Per raggiungere l’isola sono necessari un viaggio in auto di 20 minuti seguito da un traghetto/barca (circa 45 minuti). In alternativa viene offerto anche un giro in elicottero di 15 minuti.

Maggiori Informazioni su Capri Palace Hotel

www. capripalace.com

Stampa