Tenuta Moreno in Puglia: una vacanza green e chic nell’alto Salento

Stampa

Tenuta Moreno è un’antica masseria del ‘700 non lontana dalla città di Brindisi. Questo complesso architettonico, circondato da 12 ettari di uliveto, si sposa perfettamente con la tipica campagna pugliese.

Un luogo tipicamente mediterraneo, dove profumi e colori creano un’atmosfera magica. La Tenuta offre un comfort d’eccellenza degno di una realtà alberghiera di prim’ordine. Si trova a pochi chilometri dal mare, a Mesagne nella provincia di Brindisi in Puglia, con ben 86 camere disponibili. Le camere si presentano con uno stile chic ma senza tralasciare i dettagli della tradizione locale, come le splendide ceramiche di Grottaglie. Ideale per chi desidera trascorrere momenti di relax circondati dalla natura. 

Una tenuta Green

Il rispetto per la natura, infatti, è una delle prerogative della Tenuta e si manifesta in vari ambiti. L’obiettivo è accogliere uno stile di vita sostenibile a partire dalla raccolta differenziata ma anche ridurre l’utilizzo di anidride carbonica e limitare il consumo dell’acqua. Anche la cucina, guidata dallo chef Vincenzo Elia, utilizza esclusivamente prodotti a chilometro zero. I pesci, per esempio, sono forniti dalla Cooperativa dei Pescatori di Torre Guaceto che è un presidio Slow Food. Le proposte e gli abbinamenti dei due ristoranti, Aranceto e Sallentia, variano in funzione della stagionalità e dell’offerta dei prodotti locali riservando, di volta in volta, sapori diversi. 

L’orto biodinamico

Gli ospiti hanno la possibilità di raccogliere ortaggi e verdure ottenute dalle antiche sementi autoctone dell’orto biodinamico della masseria. Per esempio il pomodoro fiaschetto e regina o il peperoncino dolce di Carovigno, ottimo con la purea di fave. I prodotti raccolti potranno essere assaporati dopo la trasformazione delle sapienti mani dello chef.

La Tenuta Moreno, inoltre, vanta il più ampio campo di fichi della Puglia. Raccoglie ben settanta varietà di alberi provenienti da tutta la zona mediterranea, dalla Francia al Nord Africa. I frutti delle varietà locali entrano anche nel ciclo produttivo del presidio Slow Food del fico mandorlato di San Michele Salentino. I fichi, essiccati al sole, vengono aromatizzati con scorza di limone e semi di finocchietto selvatico, per poi essere arricchiti con mandorle di coltivazioni locali.

Piscina, SPA e attività

La Tenuta nel Salento dispone anche di una splendida piscina con annesso ristorante. Qui è possibile godere di un light lunch davanti ad un bicchiere di Negroamaro, il tipico vino dell’ospitalità. A bordo piscina si può fruire di rilassanti trattamenti di bellezza all’ombra di bianchi gazebo o seguire sessioni di yoga, tai chi e pilates. Imperdibile anche la SPA, realizzata con materiali naturali e contraddistinta da ampie vetrate. Gode di una vista panoramica sull’aranceto e sulla piscina scavata nella roccia. Per i trattamenti vengono utilizzati, tra altri, anche l’olio extravergine di oliva, proveniente dalla vicina riserva marina di Torre Guaceto, lavanda e rosmarino. Da non perdere il rituale polisensoriale: un trattamento a base di un mix riscaldato di oli di arancio, limone e menta, donando alla pelle idratazione e elasticità.

Maggiori Informazioni

www.tenutamoreno.it

Stampa