Bleu de Chine, l’opera di Bruno Catalano in mostra a Venezia

L’esposizione de “Poser Ses Valises” sarà presente in cinque diverse location esclusive, tra San Marco e Dorsoduro a Venezia

Stampa

Bruno Catalano, di origine italo-francese, e Marocchino di nascita, dopo svariati lavori, incontra l’arte e la scultura all’età di 30 anni, grazie ad artisti come per esempio Cèsar e Giacometti, iniziando a lavorare l’argilla con grande maestria.
Il suo amore e dedizione per questa tecnica, fu notata nel 2005 in una mostra d’arte contemporanea da un gallerista di Parigi, e la sua arte si sviluppò dall’argilla al bronzo in forme sempre più grandi e complesse.

Durante la 58° edizione di Esposizione d’Arte della Biennale, l’hotel  a 5 stelle, Sina Centurion Palace con vista sul Canal Grande, esporrà le sue opere intitolate le “Posers Ses Valies”.
Le altre 5 sedi espositive ove è possibile ammirare la sua opera saranno: la Chiesa di San Gallo, Teatro Goldoni, Sina Centurion Palace, Ravagnan Gallery (la sede storica in Piazza San Marco e a Dorsoduro la nuova).

I viaggiatori, Les Voyageurs sono le sculture in bronzo, riconoscibili per la mancanza totale della parte centrale del corpo. Lo spettatore può identificarsi con il personaggio, in quanto esso è una figura eterea, creando una connessione ed un dialogo con chi le osserva.

“Il Sina Centurion Palace, luogo di viaggi, d’incontro e confronto tra turisti di tutto il mondo, è onorato di ospitare una delle prestigiose opere dedicate ai viaggiatori dell’artista francese Bruno Catalano”
Paolo Morra, general manager del Sina Centurion Palace

 

Informazioni

Per il progetto espositivo dell’artista Bruno Catalano si ringraziano:
il patrocinio del Comune di Venezia, della Diocesi Patriarcato di Venezia (Ufficio Beni Culturali), dell’Associazione Piazza San Marco e dell’Alliance Française.

 

L’opera è visibile tutti i giorni, dalle 10.00 alle 19.00, fino al 24 novembre 2019.

 

 

Stampa