Masala Chai: una bevanda calda per l’autunno

Ecco a voi la vera ricetta del té indiano per assaporare al massimo questo paese. Un’ottima bevanda calda per l’inverno

Stampa

L’inverno è alle porte e cosa c’è di meglio che riscaldarsi le ossa con il tea time? Il Masala Chai è il té tipico dell’India e porterà un po’ di caldo orientale nella vostra casa.

Qui di seguito vi mostreremo come preparare il té indiano.
Consigliamo di usare tutti prodotti naturali e non già prepreparati in quanto si potrebbe perdere la vera essenza di questo speciale tè.

Cosa vi serve:
1 bastoncino di cannella fresco (o seccato)
1/2 cucchiaino di grani di pepe nero
1/2 cucchiaino di semi di cardamomo
1/2 semi di finocchio
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano
1/2 cucchiaino di zenzero fresco a pezzetti piccoli
1 cucchiaino di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di té rigorosamente nero
300 ml di latte parzialmente scremato
acqua q.b.
un pentolino
mestolo
coltello
una garza ( o un colino)

Preparazione:
Aprite il bastoncino di cannella e estraetene la sostanza con il coltello. Mettete tutte le spezie (compresa la cannella e il suo bastoncino ) nel pentolino con il latte e lo zucchero di canna.
Portate ad ebollizione a fiamma media evitando di mescolare troppo affinché le spezie aromatizzino il latte.
Abassate la fiamma e fate cuocere per 20 minuti a pentola scoperta.
Rimuovete il bastoncino di cannella e versate nelle tazze con un mestolo.
Se non amate trovare pezzi di spezie mentre bevete, filtrate il té con la garza, prima di versarlo.
Sappiate però che la tradizione vuole che le spezie, anche se introdotte all’interno del bicchiere ci rimangano senza essere bevute.

Curiosità:
gli indiani bevono questa bevanda a temperatura molto elevata non per riscaldarsi ma per abbassare la temperatura corporea.  Ogni pietanza viene accompagnata dai Chai.
Questa bevanda è ottima anche senza l’accompagnamento di biscotti, essendo un nutrimento per un veloce break a qualsiasi ora.
Se non gradite particolarmente il latte, dimezzate le sue dosi e usate l’acqua, verrà comunque molto buono.

Vi auguriamo un buon viaggio dei sensi attraverso i sapori dell’India.

 

Stampa