India: in Tamil Nadu e Kerala alla ricerca di suoni, colori e profumi di spezie 

Suoni, colori, profumi di spezie, canali ricchi di acqua e lussureggiante vegetazione tropicale sono gli highlights di un viaggio in Tamil Nadu e Kerala, stati del sud del vasto sub-continente indiano.

Stampa

Un viaggio che lascia nel cuore ricordi indimenticabili, a cominciare dalla calda accoglienza della gente, che non mancherà, in ogni occasione, di riservarvi un amichevole sorriso.

In Tamil Nadu prevale la religione induista e i colorati templi di questa religione vi stupiranno, soprattutto quello, magnifico, della città di Madurai, uno dei più importanti centri di pellegrinaggio indù.  Il Tempio Meenakshi-Sundareswarar è dedicato alla dea Meenakshi, moglie di Shiva, ed è visibile anche da lontano, grazie al suo alto gopuram, una grande piramide adorna di centinaia di divinità colorate in oro, argento e rosso.

Nel Kerala potrete ammirare le meravigliose colline coltivate in modo estremamente ordinato e visitare esotiche piantagioni di caucciù, dove gli alberi vengono ancora oggi intagliati  a mano,  per estrarre dal tronco la preziosa linfa della gomma, o piantagioni di tè, che con il loro colore verde vivo ricoprono molti ettari di terreno e rendono il paesaggio unico, o piantagioni dove sono presenti ogni tipo di spezie, dalla cannella al pepe, dal coriandolo al cardamomo alla curcuma, provando l’emozione di vedere e toccare con mano le piante i cui frutti avevate visto finora solo … sugli scaffali del supermercato!

Un’altra attrattiva del Kerala sono le Backwaters, placidi canali su cui lasciarsi trasportare dalle caratteristiche Houseboats, in gran parte costruite in vimini, secondo la tradizione. Una crociera veramente rilassante che permette di ammirare dall’acqua la vita dei piccoli e placidi villaggi rurali che praticano le coltivazioni al di sotto del livello del mare, grazie ad un ingegnoso sistema di dighe!

Cose da vedere ce ne sono tante, perciò, per non perderne nessuna, anzi per venire in contatto con le popolazioni locali e aver anche la possibilità di ammirare alcune lavorazioni rimaste ancora miracolosamente artigianali – come la lavorazione della seta per la realizzazione di stupendi sari o la fabbricazione di piastrelle di ceramica dai meravigliosi colori, fatte rigorosamente a mano, – meglio affidarsi ad un tour operator locale, che conosce il territorio come le sue tasche e lavora in modo molto professionale, permettendo di andare nel sud dell’India come un vero viaggiatore e non solo come un turista, sperimentando emozionanti viaggi in tuc-tuc ( una sorta di Ape), che sfrecciano con grande destrezza nel caotico traffico locale, o passeggiate in bici alla scoperta del volto coloniale di alcune affascinanti città come Pondicherry o facendovi visitare Auroville, una comunità che accoglie gente da ogni parte del mondo, per  un modello di vita all’insegna di pace, spiritualità e armonia.

Potrete, perciò, affidarvi con fiducia a Marvel Tours, un tour operator che ha varie sedi in India e che potrà organizzare per voi un tour tailor made, per venire incontro a qualsiasi vostra esigenza.

Scoprite le proposte di Marvel Tours su: www.marveltours.in

Anna Rubinetto

Stampa