Praga, cosa vedere assolutamente in estate

Weekend a Praga tra favole, leggende e realtà. Ecco cosa visitare in un paio di giorni per conoscere la città

Stampa

Praga in un weekend di vacanza? Perché no. Ecco quello che secondo noi c’è da vedere in un paio di giorni. Le curiosità, le leggende, i ricordi e le foto da portarsi a casa da una delle città più storiche d’Europa

La città

Praga, capitale dal 1993 – e la più grande città della Repubblica Ceca –  è il centro politico e culturale della Boemia e dello Stato ceco da oltre 1100 anni. Il suo centro storico è stato incluso nel 1992 nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Da vedere

Tra le principali attrazioni turistiche troviamo Staré Mesto, ovvero la città vecchia, dove si trovano alcuni dei luoghi più suggestivi, come il castello di Praga e la pittoresca distesa di tetti e giardini che vedete da lì che si chiama Malá Strana (“Quartiere piccolo”): uno scenario fiabesco con la sua varietà di facciate barocche. Insieme al Castello che si dice sia uno dei più grandi al mondo (e serva una settimana per visitarlo tutto!) da non mancare la fermata nel Vicolo d’oro.

Questa piccola viuzza aggrappata alle mura vi colpirà con la sua dolcezza pittoresca. La leggenda narra che le minuscole casette erano popolate da alchimisti al servizio dell’imperatore Rodolfo II, impegnati nella ricerca del mitico elisir della giovinezza o della pietra filosofale. In particolare è nella casetta n. 22 che in un certo periodo, visse il famoso scrittore praghese Franz Kafka.

Le torri del Ponte Carlo si aggiungono alle cose indispensabili da visitare: si può attraversare sia partendo dalla Città Vecchia che dal Quartiere Piccolo (Malá Strana). L’entrata dalla Città Vecchia è sorvegliata da un’elegante torre: se salite in cima potrete godervi il meraviglioso panorama di tutto il ponte lungo 516 m e della città che di diritto viene chiamata la città delle cento torri.

Non appena sotto la torre vi aspetta l’unica galleria d’arte barocca all’aperto: ci sono 30 statue sul ponte ed emerge soprattutto quella di San Giovanni Nepomuceno, di cui si dice che colui che tocca il rilievo in bronzo può essere sicuro di portarsi via da Praga un po’ di fortuna! La statua non è sul ponte per caso. Il corpo del Santo fu gettato nel fiume Moldava proprio dal Ponte Carlo. La leggenda narra che fu torturato e ucciso perché si era rifiutato di svelare al re il segreto della confessione della regina. Tra le tante leggende una narra che la prima pietra del Ponte Carlo, fortemente voluto dall’imperatore del Sacro Romano Impero e re di Boemia, Carlo IV, fu posata puntuale il 9/7/1357 alle ore 5 e 31 minuti.
Il motivo di questa scelta fu la costellazione propizia tra il Sole e Saturno e anche il fatto che questa data corrispondeva alla sequenza di numeri dispari da uno a nove e viceversa. Probabilmente fu proprio questa la sequenza magica 1-3-5-7-9-7-5-3-1 ad assicurare al ponte la sua resistenza, formidabilità e ammirazione da parte di milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Oltre poi alla chiesa di San Nicola, parte integrante del panorama di Praga e una delle più belle costruzioni barocche d’Europa, a Malá Strana consigliamo, inoltre una capatina all’Isola di Kampa: basta scendere dal lato del Quartiere Piccolo del Ponte Carlo per trovarsi immediatamente nel mondo magico della Venezia praghese. Sulla maggiore Isola di Praga potete organizzare un picnic con gli amici, passeggiare per le sue viuzze romantiche, visitare il rinomato museo di arte moderna o rendere onore ad uno dei più grandi cantanti di tutte le epoche: John Lennon.

Quest’isola artificiale è divisa dal canale di approvvigionamento d’acqua dei mulini, chiamato Certovka, o “Canale del diavolo”, che per anni ha fatto girare le ruote dei mulini del luogo. Per raggiungerla potete noleggiare un’imbarcazione oppure salire su un battello lungo la Moldava e godere di una romantica navigazione.
Non dimenticate di andare sulla piazza del Gran Priorato, dove si trova il famoso muro di John Lennon. Ogni giorno persone da tutto il mondo vi scrivono i propri messaggi. Appaiono qui i testi delle canzoni dei Beatles, messaggi, desideri amorosi e richieste di un mondo migliore. Ognuno può aggiungere qualcosa.

Da non perdere

A seconda di quando arrivate, ogni lunedì estivo troverete inoltre, il mercato dei contadini locali a Namesti Republiky, il mercato contadino a Holesovice tutti i giorni, e sempre ad agosto, a Vysehrad, accanto alla Moldava, l’Open Air Tea Festival, ispirato alla tradizione praghese del tè, con degustazioni, vendita di porcellane.

Stampa