Viaggio naturalistico in Patagonia, l’area intatta dell’Argentina

Tour naturalistico in uno dei luoghi più suggestivi del nostro pianeta, la Patagonia, con il suo ambiente unico, che rende l’Argentina un Paese decisamente spettacolare.

Stampa

Una proposta di viaggio naturalistico in Argentina per esplorare una delle zone più remote e incontaminate della terra, la favolosa Patagonia.
Ci si spinge verso l’estremo, attraverso un itinerario naturalistico esclusivo, per permettere di conoscere uno dei luoghi più belli del mondo con un contatto autentico, rispettoso e profondo. Un tour in Patagonia confortevole ed equilibrato, consente di cogliere le grandi scenografie che caratterizzano il paesaggio patagonico.

 

Le tappe del viaggio in Patagonia, ecco l’itinerario giorno per giorno…

1° giorno: Partenza con il volo per Buenos Aires, con arrivo il giorno successivo.

2° giorno: Arrivo al mattino presto nella capitale argentina e proseguimento con il volo per Ushuaia, nella Terra del Fuoco. Trasferimento in hotel e pomeriggio a disposizione per un primo contatto con la città più a sud del mondo.

3° giorno: A bordo di un moderno catamarano navigheremo nel Canale di Beagle, percorso dai grandi esploratori. Raggiungeremo il celebre faro Les Eclareurs e l’Isla de los Lobos, popolata da lupi marini e cormorani. A Ushuaia tempo a disposizione per la visita individuale agli interessanti musei del Fin del Mundo e Maritimo. Nel tardo pomeriggio escursione per avvistare i castori, visibili solo la sera quando si avventurano fuori dalle loro tane.

4° giorno: Giornata dedicata all’escursione nel Parco Nazionale della Terra del Fuoco, che si trova ad una ventina di chilometri dalla città: un ambiente vergine e incontaminato ricoperto da boschi di faggi e torbiere, abitato da una miriade di uccelli, guanacos, castori; questi ultimi, in particolare, hanno modificato la geografia del luogo, costruendo innumerevoli dighe e deviando il corso dei ruscelli; raggiunto il parco a bordo di un comodo bus, cammineremo lungo facili sentieri pianeggianti, respirando l’aria purissima di questo luogo ed ammirando stupendi panorami, fra foreste, torrenti e lagune. Rientro in hotel. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

5° giorno: Mattinata a disposizione a Ushuaia per acquisti (Ushuaia è un porto franco) o visite opzionali. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per El Calafate, da cui si prosegue in bus per il villaggio di El Chalten, ai piedi del massiccio del Fitz Roy. Arrivo e sistemazione in hotel. L’area di El Chalten è una delle più spettacolari zone di montagna del Sud America: il villaggio ed il fondovalle si trovano ad una altezza di circa 450 metri sul livello del mare; i campi base Piedras Blancas (Fitz Roy) o Maestri e De Agostini (Cerro Torre) sono raggiungibili con sole 2-3 ore di facile sentiero, senza pericoli di alcun genere. Lo spettacolo che si offre agli occhi dei visitatori è unico: ardite pareti di granito si elevano per oltre 2.000 metri dalla base superando i 3.000 metri di altezza, imponenti e verticali, ricoperte di ghiaccio nei punti più incredibili: anche per chi non è appassionato di montagna, un panorama davvero indimenticabile. Prima colazione e pernottamento.

6° giorno: Giornata dedicata ad un facile trekking al Campo Base del Cerro Torre o del Fitz Roy. Partendo da 450 metri di quota, ci inoltreremo lungo agevoli sentieri che culminano ai Campi Base delle più celebri montagne della Patagonia, gli spettacolari picchi del Cerro Torre (3.090 metri, conquistato per la prima volta da Cesare Maestri nel 1959) e del Fitz Roy (3.450 m). Man mano che ci avvicineremo al Campo Base, le imponenti pareti granitiche delle montagne saranno sempre più vicine. Rientro in hotel. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

7° giorno: Dopo la prima colazione trasferimento al vicino porticciolo di Bahia Tùnel dove ha inizio la navigazione sul lago Viedma, che consente di ammirare le spettacolari forme e sfumature del ghiaccio millenario. Sbarco su un promontorio roccioso situato su un fianco del ghiacciaio; dopo una breve camminata, calzeremo i ramponi e cammineremo facilmente per un paio d’ore sull’impressionante lingua di ghiaccio. L’escursione non è impegnativa e regala superbe vedute panoramiche della zona. Nuovamente in battello, osserveremo ancora il fronte glaciale, che si erge fino a 55 metri sul livello del lago. Rientro a Bahia Tùnel e quindi a El Chalten. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

8° giorno: Partenza al mattino presto da El Chalten per una escursione allo spettacolare Bosque Petrificado, la Foresta pietrificata, una visita raramente inclusa nei circuiti turistici. Si percorre la mitica Ruta 40 verso sud sino a La Leona, suggestivo e storico luogo della Patagonia antica; da qui, lasciata la Ruta 40, si costeggia il lago Viedma per pochi chilometri, addentrandoci nel territorio privato della Estancia Santa Teresita, dove si trova la Foresta pietrificata. Lasciato il veicolo sulla sommità di un piccolo canyon, passeggeremo per facili sentieri per 3 ore circa, in un paesaggio sorprendente di fossili e tronchi pietrificati. Nel pomeriggio ritorno a La Leona e proseguimento per El Calafate. Arrivo e sistemazione in hotel. Visita dell’interessante Glaciarium, il moderno Museo del Ghiaccio. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

9° giorno: Giornata dedicata alla spettacolare escursione al Perito Moreno, il ghiacciaio più conosciuto della Patagonia e sicuramente uno dei più famosi al mondo. Raro esempio di ghiacciaio in continuo, seppur lento, avanzamento, il Perito Moreno offre ai suoi visitatori un fronte di oltre 4 chilometri ed una parete di ghiaccio che si innalza per circa 70 metri sulla superficie del Lago Argentino, da cui si staccano enormi strutture glaciali alte come palazzi. Se le condizioni meteorologiche lo consentono sarà possibile, per chi lo desideri, effettuare un’escursione aggiuntiva sul battello che si avvicina alla parete del ghiacciaio: un’esperienza assolutamente unica, effettuata in tutta sicurezza. Al termine della visita trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Buenos Aires. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Prima colazione e pernottamento.

10° giorno: In mattinata visita del Tigre, il tipico delta del Paranà che, immettendosi nel Rio de la Plata, dà origine ad un intrico di isolette e canali su una superficie vastissima punteggiata da casette e porticcioli, immersi nella foresta quasi tropicale, dove molti abitanti della capitale si sono installati per vivere o per trascorrere un piacevole fine settimana. Si parte in battello dal moderno Puerto Madero per risalire il Rio de la Plata sino alla caratteristica area del Tigre; raggiunta l’Isla del Descanso, effettueremo una piacevole passeggiata nei suoi giardini. Il pomeriggio è dedicato alla scoperta della capitale argentina, città vivacissima e molto interessante. Visita dei luoghi e monumenti più significativi: il sontuoso quartiere Barrio Norte ed il parco di Palermo, la Costanera ed il Rio de la Plata, il maestoso Teatro Colòn – il più importante per la lirica di tutta l’America Latina -, il Congresso, il Cabildo – antica sede del vicerè spagnolo -, la Casa Rosada, attuale sede del Presidente della Repubblica; infine il quartiere di San Telmo e la coloratissima Boca, zona portuale degli immigrati italiani. Rientro in hotel. In serata cena con spettacolo di tango in un tipico locale della città, lo storico Cafè de los Angelitos. Mezza pensione che include la cena.

11° giorno: Prima colazione. Mattinata a disposizione per visite individuali. Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia.

12° giorno: Arrivo in Italia.

 

Fonte | www.tucanoviaggi.com

Per informazioni scrivere a viaggi@veraclasse.it

Stampa