Villa Durazzo, visitare il parco esoterico e botanico in Liguria

Stampa

In provincia di Genova, un giardino, una dimora nobiliare ed un percorso per scoprire il lato massonico ed esoterico di questo luogo

Passeggiare nel parco esoterico di Villa Durazzo Pallavicini

Un viaggio magico tra natura, arte ed esoterismo: per chi è alla ricerca di qualcosa in più di un bellissimo parco botanico, Villa Durazzo Pallavicini a Pegli (Genova) è il posto giusto.
Oggi è al primo posto tra i Luoghi del Cuore FAI in Liguria ed è al 37° in Italia. Realizzato tra il 1840 e il 1846 per volere del marchese Ignazio Alessandro Pallavicini su progetto dell’architetto, decoratore e scenografo Michele Canzio, il Parco Durazzo Pallavicini è una realtà unica nel suo genere, estesa su 8 ettari con punti panoramici vista mare, che si sviluppa in ambienti diversi tra sentieri, laghi, piazzali, edifici.

Il rigoglioso patrimonio botanico non è altro che una delle letture offerte dal parco, costruito come un vero e proprio percorso iniziatico aperto a tutti i visitatori in grado di avventurarsi nel labirinto di simbologie esoteriche, allusioni mitologiche e riflessioni letterarie.

Ancora oggi, i membri dell’associazione che ha in concessione il parco, Associazione (ATI) Villa Durazzo Pallavicini, offre ai visitatori visite guidate alla scoperta della simbologia esoterica, e serate dedicate alla filosofia e al pensiero, lasciandosi ispirare proprio dai simboli dello spazio verde

Un parco, esoterico e romantico. La storia

Lunghi studi hanno permesso agli architetti Fabio Calvi e Silvana Ghigino – dell’Associazione (ATI) a cui il Parco è affidato in concessione di portare avanti un restauro capillare durato sei anni, da 2010 al 2016, ma anche di rinvenire le antiche motivazioni che stanno alla base della realizzazione di questa grande opera, ideata come uno spazio onirico che è al tempo stesso luogo di passeggiate e di iniziazione esoterica e massonica.
Ideato dal marchese Ignazio Alessandro Pallavicini e dal suo architetto, Michele Canzio, entrambi presumibilmente esoteristi e massoni, il parco è diviso in atti e scene, e ripercorre il percorso iniziatico della massoneria azzurra, i primi gradi della massoneria.
Il tutto in un ambientazione del classico giardino romantico. Ogni scenografia è composta da una vegetazione particolare, da acque, arredi e architetture negli stili più vari – neogotico, neoclassico, esotico, chinoiserie, rustico – il tutto coordinato da una progettazione sapiente che accosta i saperi dello scenografo a quelli dell’architetto.
In questa rappresentazione paesaggistica e teatrale il visitatore consapevole diventa, dunque, oltre che un turista, anche l’attore di questa commedia mirata alla ricerca del proprio Sé, in una sorta di melodramma che lo trascina ad incontrare la Natura, la Storia ed infine il Futuro personificato dal Paradiso Terrestre dedicato alla dea Flora.

Il Viale delle Camelie

Il parco di Villa Durazzo Pallavicini regala momenti emozionanti anche agli amanti della natura e del verde. Qui si sviluppa il famoso Viale delle Camelie, costituito da oltre 150 esemplari di Camellia japonica, di cui molti appartenenti al periodo di costruzione del giardino. Si tratta del raggruppamento più vasto e più antico di camelie d’Italia. Camelie e fiori i ogni tipo anche nell’area dei Giardini di Flora uno spettacolo che cambia continuamente, di stagione in stagione, da regalare ai visitatori.

Informazioni

Il Parco è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, dall’inizio di marzo all’inizio di novembre.
Aperture straordinarie sono previste per l’inizio della fioritura delle camelie negli ultimi due weekend di febbraio.
Nei weekend di luglio e agosto sono previste aperture dei giochi d’acqua dell’Esodo.
È possibile visitare il parco con l’ausilio di audio guida o con guida cartacea o partecipare alle visite guidate di tipo scenografico, botanico o agli Incontri con il Direttore durante i quali si rivive il percorso esoterico-massonico.
Dai due ultimi weekend di febbraio al primo di aprile è possibile partecipare alla visita guidata “Il camelieto, le sue particolarità e la sua storia” accompagnati dal direttore.
Nei weekend è aperto il bar bistrot alla Casa delle Tortore.

Biglietti

Intero euro 10
Ridotto Over 8 euro (over 65, residenti nel comune di Genova, giovani 19-26 anni, disabili, soci ICOM)
Ridotto Under 5 euro (7-18 anni (ridotto giovani), gruppo scuole (7-18 anni), soci Amici di Villa Durazzo Pallavicini)
Biglietto cumulativo (Parco + Museo) euro 12
Pacchetto Famiglia 22 euro (2 adulti + 1 bambino tra i 7 e i 18 anni)
Visite guidate a partire da 10 euro

Stampa