Le ricette di Carlo Cracco: spaghetti al pomodoro

Stampa

Un primo piatto basic della cucina italiana, di apparente facilità: Carlo Cracco mette a disposizione la sua ricetta per gli spaghetti al pomodoro

Carlo Cracco, famoso chef vicentino e stella Michelin, è diventato celebre per la sua partecipazione come giudice al talent cooking Masterchef. Le sue ricette sono ambitissime e preziose: oggi Veraclasse vi svela il segreto per preparare degli ottimi spaghetti al pomodoro! Un classico della cucina italiana, famosa per proporre una sapiente combinazione di gusto e tradizione per la seduzione del palato. Carlo Cracco riporta passo per passo la propria ricetta di quello che è considerato, forse, il piatto più popolare del Bel Paese: questo perchè gli spaghetti al pomodoro vantano un’apparente facilità, mentre talvolta svelano delle insidie.. Carlo Cracco svela come fare per realizzare il Re dei primi piatti: la ricetta è tratta da “Se vuoi fare il figo usa lo scalogno”. Buon appetito!

Ricetta di Carlo Cracco per gli spaghetti al pomodoro:

Ingredienti per 4 persone:
-240 gr di spaghetti Kilioff
-200 gr di pomodorini
-1 spicchio d’aglio
-un paio di foglie di basilico fresco o in alternativa la scorza di un limone
-olio extravergine d’oliva
-sale

Preparazione degli spaghetti:
Fare a tocchetti regolari i pomodorini, inserirli in una padella e mettere a soffriggere l’aglio per due minuti con un filo d’olio extravergine di oliva. A questo punto, regolare con il sale. Per coloro che hanno deciso di usare il basilico dovranno tagliarlo a julienne e aggiungerlo al pomodoro. Per chi invece ha scelto il limone, dovrà unirlo al tutto a fine cottura e solo nel caso in cui il pomodoro sia molto dolce o molto maturo.
A questo punto si continua con la cottura del sugo per circa 4-5 minuti: il tempo di cottura varia a seconda dell’acqua rilasciata dai pomodori, per cui può variare. In caso, togliere dal fuoco non appena si vedrà una salsa abbastanza legata.
Nel frattempo si cucina la pasta al dente in abbondante acqua salata, la si scola e la si unisce al sugo preparato. Saltare in padella per due/tre minuti, completare la mantecatura fuori dal fuoco e lasciare riposare un attimo. Servire nei piatti a secondo dell’ingrediente precedentemente scelto: o con la scorza di limone grattugiata, o aggiungendo altre foglie di basilico fresco.

Stampa