10 cose da fare a Sharm el Sheikh

Sharm el-Sheik non è solo mare: la vicinanza con moltissimi luoghi di interesse storico la rende una meta adatta sia per chi vuole godersi il relax delel spiagge che per i più itineranti. Ecco 10 cose che potete fare o visitare durante la vostra vacanza a Sharm.

Stampa

Sharm El Sheikh è certamente la località turistica più famosa d’Egitto. Con poche ore di volo è possibile raggiungere un vero e proprio paradiso, dove godere di un mare trasparente e di un clima estivo, quando qui da noi il freddo avanza inesorabile.
Ma per chi non riesce a starsene fermo nemmeno in vacanza, sappiate che a Sharm è impossibile annoiarsi.

Qui vi diamo qualche spunto su tutte le attività che potrete organizzare con la famiglia, il vostro partner o anche da soli.

Scoprite e guardate (la gallery) quante cose si possono fare a Sharm el-Sheikh! Ce n’è da sbizzarrirsi!

10 cose da fare in vacanza a Sharm el-Sheikh

 

1. Immersioni a Sharm el Sheikh

Avete il brevetto da sub? Di certo a Sharm non potete rinunciare alle immersioni: il Mar Rosso è senza ombra di dubbio uno dei migliori luoghi al mondo in cui fare diving. Il fondale è disseminato di relitti e le acque ospitano una ricchissima e colorata fauna marina.
L’offerta di corsi di immersione per principianti a Sharm è ampia. La durata può variare da uno a cinque giorni.

 

2. La Valle dei cammelli

Il Parco Nazionale di Wadi Gimal a Marsa Alam si estende per 6000 metri quadrati, tra ampie distese desertiche e alberi di acacia. Molti beduini vivono ancora qui: una gita nella Valle dei cammelli vi darà la possibilità di incontrarli e magari anche provare il loro formaggio di cammello.

 

3. Visita al Ras Mohammed National Park

Situato sulla punta meridionale del Monte Sinai, questa riserva naturale si estende per 480 km2. Si compone di deserti incontaminati, spiagge di sabbia bianca e siti per immersioni e snorkeling.
Il parco ospita più di 1.000 specie di pesci e crostacei nonché famiglie di tartarughe marine.

 

4. Avventura beduina: il tè nel deserto

Godete della tradizionale ospitalità beduina nel bel mezzo del deserto del Sinai. La serata inizia con una festa egiziana in una tenda a lume di candela. Dopo cena, potrete condividere un narghilè e sorseggiare un bicchiere di autentico tè beduino, a base di erbe del deserto.

 

5. Luxor

Conosciuto come il più grande museo a cielo aperto del mondo, Luxor è costruito sul sito dell’antica città di Tebe. Non lontano dalla Valle dei Re, era il luogo di sepoltura per i re egizi come Tutankhamon. Inoltre, Luxor è sede del Tempio di Karnak, che è il più grande sito religioso nel mondo.

 

6. Il Monte Sinai e il Monastero di S.Caterina

Il Monte Sinai è, secondo i testi sacri, il luogo in cui Mosè ricevette i Dieci Comandamenti. 4000 gradini, percorribili in circa 3 ore, conducono alla sua sommità: un viaggio piuttosto faticoso, a termine del quale, però,verrete ricompensati da una vista panoramica del deserto. Se volete risparmiarvi la salilta, potete rimanere nel Monastero di Santa Caterina, situato ai piedi del monte.

 

7. Safari nel deserto

Rivivete la magia di Lawrence d’Arabia e affrontate il deserto su un quad, con un 4×4 o in sella a un cammello. Il viaggio può svolgersi dal tramonto o all’alba, per vedere sorgere il sole.

 

8. Sport acquatici a Sharm el Sheikh

Sharm El Sheikh è una paradiso per gli sport acquatici. Oltre al diving, si possono provare anche sci nautico, kite surf e windsurf. Se non siete dei gran nuotatori, moltissime agenzie organizzano gite in barca.

 

9. Petra

La conoscete probabilmente grazie a “Indiana Jones e l’ultima crociata” ma Petra non è affatto un film. Sconosciuta al mondo per oltre 1.000 anni, è il più grande tesoro nazionale della Giordania. In un profondo canyon di 2000 anni, si trova l’antica città, con i suoi 800 templi e monumenti scavati nella roccia. Da Sharm partono molte gite organizzate verso questa meraviglia.

 

10. La Valle dei Re

Sulla lista dei luoghi da vedere prima di morire certamente c’è la Valle dei Re. Risalente 4000 anni fa, era il luogo di sepoltura dei faraoni egizi, come Tutankhamon e Ramses I. È ancora possibile esplorare alcune delle tombe sotterranee, molte delle quali contengono ancora sarcofagi.

Stampa