fbpx

Visitare il Salento, le spiagge più belle

Stampa

Scogli e sabbia fine, surf e relax, acqua cristallina, calette caraibiche e spiagge selvagge ed incontaminate, la costa sud della Puglia offre tutto questo

Il Salento, la parte più a sud della Puglia, è meta di turismo culturale ma è anche luogo di approdi e spiagge bellissime. E’ possibile fare una vacanza puramente di mare e di sole, di luoghi incontaminati, acqua pulita e scenari incantati.
Distribuite su tutta la costa ecco le zone principali dove poter prendere il sole, fare un bagno ed anche fare surf.

San Foca
Luogo frequentato molto dai leccesi, è una zona dove è possibile trovare sia fondali di sasso che anche di sabbia, noto è lo “scoglio dell’otto” per la sua particolare forma è un luogo molto tranquillo per chi ama il relax e la tranquillità.

Torre dell’Orso
Spiaggia molto più alla moda, famosa per le “due sorelle”, due faraglioni gemelli che si possono ammirare da quasi tutta la spiaggia, spiaggia che è di sabbia chiara un po’ rosata. E’ un luogo dove spirano dei venti favorevoli per gli amanti del windsurf.

Torre Sant’Andrea
Spiaggi con alle spalle una fitta pineta, è un luogo molto romantico, vi è la “grotta degli innamorati” e la presenza dei faraglioni dona all’acqua una limpidezza ed una trasparenza da sembrare quasi irreale. Perfetto luogo per chi ama il nuoto.

Baia dei Turchi
Con alle spalle un tratto di vegetazione tipicamente mediterranea, questa lingua di sabbia bianca poco distante da Otranto, si trova in una delle più belle baie della zona e non solo. Un panorama mozzafiato soprattutto all’alba per godere di colori quasi sospesi. Il suo nome deriva dalla leggenda che in una delle varie invasioni, i Turchi arrivarono in questo luogo.

Pescoluse
Affacciata sulla costa ionica è stata paragonata ad una spiaggia delle Maldive. Quando a causa del vento e delle correnti si creano delle zone di sabbia che affiorano dall’acqua, si creano queste pozze di acqua cristallina, pura in cui bagnarsi sembra quasi un sacrilegio.

Punta Pizzo
Collocata all’interno della Riserva dell’Isola di Sant’Andrea è composta da calette sabbiose e sassose con una pineta alle spalle estremamente rigogliosa. Un luogo di riposo.

Porto Cesareo
Altra zona più frequentata da turisti, è nota per le sue dune di sabbia bianca e fine. Di facile accesso è però poco invasa da stabilimenti, rimanendo libera e selvaggia.

Punta Prosciutto
E’ un luogo incontaminato, quasi selvaggio, minime le case e le installazioni urbanizzate, un luogo che mantiene incantato il fascino della spiaggia libera e silenziosa, mare pulito e dai riflessi azzurri.

Stampa