Venezia sconosciuta: il sestiere Cannaregio tra leggende e misteri alchemici

Stampa

Un viaggio nel passato per conoscere alcuni degli aspetti più intriganti della storia dell’antica Serenissima, attraverso le calli nascoste ed i monumenti di uno dei quartieri più interessanti ed intriganti di Venezia.

Per conoscere una città come Venezia, questo splendido museo a cielo aperto dalle mille e più sfaccettature, non basterebbe una vita intera.

Vi proponiamo di trascorrere qualche ora assieme per scoprire uno dei suoi quartieri più intriganti, Cannaregio. E’ uno delle zone più popolate di Venezia che mantiene tutt’ora una sua autenticità, perchè le sue vie sono meno frequentate dai turisti. Attraverso le sue calli scopriremo una città misteriosa ed intrigante, tracce di alchemici e massoneria svelate tra i simboli di monumenti e chiese.

Al termine della visita guidata, l’immancabile sosta al bacaro veneziano.

E per chi lo desidera, c’è l’opportunità di soggiornare per due notti ad un prezzo interessante.

Programma

Si parte dal Ghetto Ebraico, il più antico del mondo, dove Shakespeare ha immaginato vivesse Shylock.

Visiteremo il Ghetto nuovo e il vecchio, ed avremo modo di vedere le tracce dell’antica segregazione e della moderna integrazione.

Attraverseremo per un breve tratto la Strada Nuova, una moderna arteria della città che riserva tuttavia qualche curiosità, per arrivare al Campo della Maddalena, dove un tempio circolare con dei simboli massonici ci racconta degli ultimi anni della Repubblica.

Di lì raggiungeremo il Campo Santa Fosca, sul quale si erge il monumento a Paolo Sarpi, il frate servita che nel Seicento Sdifese la Repubblica colpita dall’interdetto.

Attraversando il Ponte dei Pugni rievocheremo gli scontri tra le due fazioni dei Nicolotti e dei Castellani, che a volte sfociavano in vere e proprie risse per avvicinarci ad un Palazzo che nasconde tra i suoi rilievi misteriosi simboli esoterici.

Prima di raggiungere la Vecchia Scuola della Misericordia avremo modo di vedere l’unico ponte di Venezia senza parapetti. E se la marea sarà bassa, riconosceremo un simbolo controverso proprio sotto di esso.

Proseguendo lontano dalle folle lungo un pacifico rio ci inoltreremo tra le calli e i campi dove viveva e lavorava il Tintoretto. Vedremo il suo palazzo e, se il sole sarà allineato come conviene, Tintoretto saprà salutarci dalla sua casa.

Attraversando il Campo dei Mori dove Rioba e i suoi fratelli, avidi mercanti ormai trasformati in pietra, ci daranno il benvenuto nella zona della Madonna dell’Orto. Qui si potrà ammirare una delle facciate di palazzo più eclettiche della città. La Chiesa della Madonna dell’Orto racchiude dei teleri di straordinario formato dipinti dal Tintoretto, parrocchiano della chiesa stessa. Un altare di Cima da Conegliano, un quadro di Tiziano e una statua miracolosa rendono questa Chiesa poco conosciuta un gioiello imperdibile.

Dopo la visita alla Chiesa, ci recheremo in uno dei migliori bacari della città, per un cicchetto e un’ombra come nella migliore tradizione veneziana!

Durata della visita guidata 2 ore circa

Il tour e le visite si effettueranno anche se non ci sarà il sole

Numero partecipanti

Il tour si effettuerà al raggiungimento di un minimo di 15 partecipanti e fino ad un massimo di 20 persone, nel rispetto delle normative per il covid-19

Costo del Tour

35 euro a persona

Modalità di acquisto dei biglietti

Pagamento via Bonifico Bancario o Paypal. per info scrivere a eventi@veraclasse.it

In caso di annullamento per cause di forza maggiore da parte dell’organizzazione, la somma verrà restituita per intero.

Per chi desidera soggiornare DUE  notti a Venezia in un appartamento turistico – sanificato secondo le normative vigenti – c’è la possibilità di avere una quotazione convenzionata e particolarmente conveniente. 

L’occasione per prolungare la visita e godersi Venezia durante il tramonto e l’alba!

Per informazioni e richieste particolari, scrivere a eventi@veraclasse.it

 

Chiedi maggiori informazioni su questa proposta viaggio


Stampa