Il Salar de Uyuni in Bolivia: alla scoperta del deserto di sale più grande del mondo

Stampa

Immaginate un’infinita distesa di sale,  la più grande del pianeta, per la precisione. Pensate ad uno specchio enorme, totale frutto di Madre Natura.
Ecco, questo è il Salar de Uyuni in Bolivia, una meraviglia unica al mondo, da vedere almeno una volta nella vita.

Il Salar de Uyuni è la più ampia distesa salata del globo, un gigantesco deserto di sale grande più o meno quanto l’Abruzzo.
Con i suoi 10.582 km² di estensione è composto da circa 10 miliardi di tonnellate di sale rappresentando, inoltre, un terzo delle riserve mondiali di litio.
Sembra che il Salar de Uyuni sia costituito dalla bellezza di 11 strati di cui, quello superficiale, pare sia spesso addirittura 10 metri.
Quelle che ne deriva è un paesaggio quasi surreale, incredibilmente affascinante e scintillante, così brillante da fare invidia a una vetrina di cristalli.

Nonostante si tratti di una zona ad altitudini elevate e con un clima piuttosto instabile, quest’area attira ogni anno numerosissimi turisti, richiamati da un fenomeno unico e straordinario.
All’interno del Salar de Uyuni si possono visitare diverse attrazioni:

1) Isla Incahuasi e Isla de Pescado
Due isole situate nel bel mezzo del deserto e non troppo distanti l’una dall’altra.
Sono popolate da grandissimi cactus, unici sopravvissuti in un territorio che non lascia molto spazio allo sviluppo di altre forme di vita. Isla de Pescado (l’Isola del Pesce) prende questo nome piuttosto curioso dalla sua forma che ricorda, per l’appunto, quella di un pesce.

2) Sol de Mañan
Si tratta di un insieme di pozze di fango bollente e geyser situati a circa  5.000 metri di altezza, mentre poco più giù, a  4.200 metri, si trovano le Termas de Polques, delle sorgenti termali che permettono di godersi un bagno caldo in acque sulfuree a 30°.

3) Paesaggio del Vulcano Tunupa
Un antico vulcano dormiente, circondato da un ricco e interessante paesaggio in termini di flora e fauna.

4) Mummie di Coquesa
Proprio ai margini del deserto, in una caverna, sono state portate alla luce una serie di mummie di circa 3.000 anni fa: è quel che ne resta degli originari abitanti del villaggio di Coquesa.

5) Laguna Colorada
Un’oasi meravigliosa, abitata dai fenicotteri rosa.

 

Come arrivare al Salar de Uyuni

Il modo migliore per raggiungere il Salar de Uyuni, date le condizioni particolari del terreno, è a bordo di una jeep, una 4×4 capace di muoversi senza troppi problemi lungo la distesa salata.
Attenzione a non avventurarsi autonomamente e in solitaria: il paesaggio è così immenso ed uniforme che, proprio come accade in un classico deserto di sabbia, perdersi è facilissimo. Inoltre il sale e il suo potere disidratante amplificano in maniera notevole gli effetti del sole.

Stampa