Il Nouveau Réalisme dal 1970 ad oggi in mostra

A il 06.11.2008

Stampa

Inaugura il 6 novembre 2008 la mostra omaggio al critico Pierre Restany

Un omaggio a Pierre Restany (1930-2003) la nuova mostra a cura di Renato Barilli che inaugura al Pack di Milano il 6 novembre 2008.
Il grande critico francese aveva infatti trovato nel capoluogo lombardo una sua seconda patria, forse più ospitale della stessa Parigi, e grazie all’amicizia con Guido Le Noci e alla galleria Apollinaire da lui gestita, tutte le proposte critiche di Restany erano approdate tempestivamente a Milano. .
Nella galleria di via Palestro rivivranno tutti i capolavori che hanno reso celebre il “Nouveau Réalisme”, tra cui le magnifiche compressioni di César nate proprio come Suite milanese, assieme a una superba Espansione di proprietà delle collezioni comunali. Di Arman comparirà un completo repertorio, tra Accumulazioni, Collere, Tagli. Daniel Spoerri ci presenterà i suoi Idoli di Prillwitz, affascinanti sculture bronzee totemiche, di Jean Tinguely il Museo che Basilea gli ha dedicato offrirà un’opera colossale e riassuntiva, una delle sue grandi macchine “inutili”, affiancata da un significativo repertorio delle immagini volutamente kitsch apprestate da Niki de Saint Phalle. I décollagisti, François Dufrêne, Raymond Hains, Mimmo Rotella, Jacques Villeglé, saranno presenti al gran completo, ma anche con opzioni che proprio dopo il ’70 sono andate progressivamente diversificandosi e prendendo strade autonome. Di Christo e Jean Claude comparirà un’antologia adeguata di quelle loro mappe in cui sono riportate in pianta le maxi-installazioni ambientali. Infine, non può mancare il grande Gérad Deschamps.

Stampa