fbpx
Stampa

La Nuova Caledonia è un arcipelago affascinante, al largo delle coste australiane, famosa per le sue acque cristalline: un paradiso per gli amanti del mare!

La Nuova Caledonia è un territorio d’oltremare francese.
Situata a circa un paio d’ore di volo dall’Australia, è un arcipelago meraviglioso e affascinante, poco più a Nord del Tropico del Capricorno.
Una destinazione consigliata a chi ama il bel mare, le spiagge ampie e le lagune cristalline. Una meta per chi desidera scoprire paesaggi fuori dall’ordinario, lontano dalla folla e dal turismo di massa.

A differenza degli altri arcipelaghi del Pacifico, la storia della Nuova Caledonia è nettamente differente.
Essa, infatti, pare non essere di origine vulcanica bensì sembra essersi formata dalla deriva di un pezzetto di continente che, dopo essersi staccato milioni di anni fa, ha conservato caratteristiche uniche dal punto di vista geologico nonché per quanto riguarda flora e fauna.
Sono infatti moltissime le specie endemiche del Paese, che includono alberi, pesci, coralli e uccelli.
La Nuova Caledonia è costituita da un’isola principale detta Grande Terra, su cui sorge Noumea, la capitale.
Al largo, altre 2 formazioni insulari principali attirano l’attenzione dei turisti per la loro incredibile bellezza: le Isole della Lealtà (Ouvea, Maré, Lifou e Tiga) e  l’Isola dei Pini.

In un itinerario in Nuova Caledonia non possono dunque mancare:

1) La Grande Terre

Tutti i viaggi in Nuova Caledonia cominciano da qui, in quanto è la Grande Terra ad ospitare l’unico aeroporto internazionale.
Considerarla solo come un punto di arrivo è però riduttivo in quanto essa offre moltissime attrazioni, soprattutto naturalistiche e paesaggistiche, tutte da scoprire e fotografare.
Da non perdere: Fort Teremba, Poe Beach e Voh , con il celebre “cuore” tra le mangrovie,  Hienghène, con le sue curiose formazioni rocciose e Parc des Grandes Fougères, il parco delle grandi felci.

2) Noumea

Si tratta della capitale amministrativa della Nuova Caledonia ed è una tranquilla cittadina con il suo bel litorale.
Ospita inoltre un acquario e alcuni interessanti musei.
Dal suo porto, in barca, si possono anche raggiungere alcuni piccoli isolotti corallini da esplorare con maschera e boccaglio.

3) Le Isole della Lealtà (Ouvea, Maré, Lifou e Tiga)

Conosciute anche come Iles Loyautè, in francese, sono una una tappa fondamentale di un viaggio da sogno in Nuova Caledonia.
Ouvea è l’atollo del Pacifico per antonomasia, costituito da una lunga striscia di terra circondata da una splendida laguna turchese, patrimonio dell’UNESCO. Qui, la sabbia è bianca e fine come borotalco, perfetta per dedicarsi a rilassanti passeggiate.
Maré e Lifou sono invece diverse. Possono essere descritte come degli atolli “rialzati”, sollevati decine di metri rispetto al livello del mare mediante scogliere di corallo fossile. Un paesaggio assolutamente particolare e caratteristico, lambito da acque cristalline, ricchissime di fauna.

3) Isola dei Pini

L’Ile Des Pines, in francese, si trova a sud della Grande Terra, a pochi minuti di volo da Noumea e prende il suo nome dai boschi di Araucaria columnaris (simili ai comuni pini) con enormi e bellissimi alberi secolari.
Il paesaggio qui è decisamente singolare, in quanto le conifere si spingono fino al litorale, creando un’atmosfera quasi irreale, in un perfetto mix tra Tropici e Alpi.
Essa è sicuramente il luogo più famoso della Nuova Caledonia e, proprio per questo, quello più sviluppato a livello turistico.

Stampa