Terme di Loipersdorf in Austria

Un piacevole momento di relax alle terme, per provare i trattamenti offerti dal centro Loipersdorf in Austria

Stampa

Non si sa proprio da dove cominciare quando si scoprono dei posti meravigliosi, con un’infinità di attrattive e molte originalità. È arduo mettere in evidenza delle peculiarità rispetto ad altre di pari valore e importanza. Una premessa doverosa per spiegare che VeraClasse è andata per voi a visitare il resort termale più grande d’Europa, le Terme di Loipersdorf, in Stiria, nel sud-est dell’Austria, a non molti chilometri dai confini di Slovenia e Ungheria. Un posto dai numeri impressionanti: 35 piscine, 23 saune, 2 ristoranti, 5 hotel per tutte le esigenze con un totale di 1.200 posti letto, un centro conferenze, un campo da golf, un centro fitness, 35.000 mq di superficie, 600mila ospiti all’anno. Numeri da capogiro, ma con uno stile, un’eleganza e una classe da far invidia ai migliori resort termali di tutta Europa. In parole semplici una meta d’avventura e divertimento per grandi e piccini, ma anche un’oasi esclusiva di benessere e relax, dove a ogni età è dedicato il proprio spazio.

 

La località si trova a 300 metri di altitudine, in mezzo a lussureggianti colline che la rendono attrattiva tanto da venir definita la Toscana stiriana, non solo come paesaggio, ma anche come bontà dei prodotti della terra e dei vini. Nei dintorni c’è spazio per interessanti visite alla scoperta dei prodotti tipici del Land austriaco, come la famosa fabbrica di cioccolato Zotter, dove si possono vedere  le varie fasi di produzione e assaggiare i diversi gusti di cioccolato artigianale, oppure visitare e degustare gli altrettanto famosi distillati e aceti di frutta di Goelles. Come pure una capatina sulla terrazza del ristorante hotel Genuss dal quale, con un calice di vino frizzante Uhudler (che dicono afrodisiaco) e golosi stuzzichini, si può ammirare e fotografare il bellissimo castello Riegersburg, che si trova di fronte, prima di andare a visitarlo. Per chi ama gite più lunghe Graz è a un’ora di strada, Maribor in Slovenia a un’ora e mezza e in poco meno di due ore si arriva a Vienna.

Ritornando alle Terme, con il famoso claim latino “Mens sana in corpore sano”, lo stile Loipersdorf fonda la sua offerta su tre capisaldi: lasciarsi andare, sperimentare e rinvigorirsi. E lo fa con un’offerta di due mondi diversi uniti in un unico resort: le “Terme da vivere” e “Il mio Schaffelbad”.  Nelle prime si trova il Villaggio sauna con ben 14 tipi diversi, la Zona terapia con il centro curativo e il salone di bellezza, la Thermenlagune con diverse piscine e la Sfera Alpha, nella quale ci si rilassa su particolari lettini blu ondulati (premiati con l’European Spa Award 2006), sensazionali per rilassarsi profondamente in pochi minuti. Il flusso del proprio respiro muove delicatamente il lettino e ci si rilassa grazie a nuvole sonore tridimensionali e delle piacevoli oscillazioni massaggiano il corpo, permettendoci di staccare dalla frenesia quotidiana in uno stato intermedio tra sonno e veglia. Veramente da sperimentare, perché riducono lo stress in modo permanente e sciolgono le tensioni interne. C’è poi il Fun Park con 5 grandi scivoli, lunghi anche 130 metri (tra i quali il Vortice per grandi velocità), dove si possono pure fare le gare cronometrate con canotti singoli o doppi, con tanto di semaforo di partenza e rombo di motori. Infine le aree divertimento, svago e ristorazione.

Nello Schaffelbad (letteralmente il catino che si usava in passato per lavare i panni, ma anche per farci il bagno), un posto intimo e raccolto dove rilassarsi e prendersi cura del proprio benessere, ci sono su 4 piani le zone riposo, diversi tipi di vasche, un laghetto naturale, la terapia e vari tipi di saune: romana, finlandese all’aperto, panoramica, stiriana (con i fanghi salutari del posto), il solarium e le cabine a raggi infrarossi. Un’offerta  che per provarla tutta ci vuole almeno una settimana.

Insomma tanto benessere e stile di vita sano, ben corroborato da cibi e vini a km 0, grazie a un centinaio di aziende produttrici nei dintorni (famosa per i prosciutti e salumi in genere la zona Vulcano), che forniscono quotidianamente i loro prodotti ai ristoranti e hotel delle terme, che li trasformano in piatti veramente divini e salutari. C’è pure uno spazio tutto nuovo per i bambini dai 3 ai 10 anni, un’acquapark formato da una struttura in legno con tronchi scavati, scivoli, casette sugli alberi e giochi con l’acqua, fruibile anche in inverno. Per i piccoli da 0 a 3 anni c’è il babybeach con scivoli adatti all’età, una piscina con il fondale in sabbia vera e una piccola spiaggia coperta.

Claudio Soranzo

Stampa